GRIFO D’ATTACCO – Genoa, Spal…lata mancata

I rossoblù devono arrivare al derby da imbattuti e con più punti possibili

1409
Nicola Agudelo Thiago Motta Andreazzoli Preziosi oscar Criscito Genoa Var Prandelli Nuti Juric Ponte Morandi Genoa Piatek
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa non va oltre l’1-1 contro la Spal. A Petagna, in gol su rigore, risponde Sturaro, in campo dopo sette mesi. Parleremo del momento rossoblù con Beppe Nuti, direttore artistico e responsabile dello sport di Antennablu, nella 147ª puntata della rubrica di Pianetagenoa1893.net “Grifo d’Attacco”.

Punto guadagnato o due punti persi? «E’ l’ennesima occasione persa dal Genoa. Spero che alla lunga non pesino i punti lasciati per strada contro l’Atalanta, il Cagliari, la Juventus, l’Udinese. Ieri sera il Grifone doveva vincere, assestando la Spal..lata alla mediocre squadra di Semplici. Durante l’intervallo Thiago Motta ha aggiustato un centrocampo che inizialmente mandava in confusione anche i giocatori stessi, spesso rivolti con la testa alla panchina per delle spiegazioni. Inoltre non ho capito la ragione dell’esclusione di Schöne: la qualità deve sempre scendere in campo».

Perdura il problema gol dagli attaccanti. «Un dato oggettivo. Nel secondo tempo il Genoa ha sprecato almeno cinque occasioni con il doppio colpo di testa di Favilli, poi Pandev, Agudelo e Cleonise. Continuo ad avere fiducia in Pinamonti ma contro la Spal ha deluso. Se Favilli sta bene fisicamente e gioca con continuità può dare una grossa mano alla squadra in termini realizzativi».

Radu, Sturaro e Ghiglione: i tre migliori in campo del Genoa? «Senza dubbio. Radu è stato artefice di tre grandi interventi ma il più difficile resta la parata bassa, alla cieca, sul tiro dalla distanza di Sala. Sturaro, poi, è un innesto di spessore che aiuta nelle due fasi di gioco. Paolo Ghiglione è una bellissima rivelazione, tutta genoana e italiana: assieme a Robertson del Liverpool è il difensore che ha fornito più assist (cinque) nei top-5 campionati d’Europa».

Sabato sera al Ferraris arriva un Torino ferito. «Il Genoa ha l’occasione di “matare” il Toro, reduce da un brutto ko con l’Inter. Thiago Motta deve preparare la partita con tattica, testa e fisico. I rossoblù devono arrivare al derby da imbattuti e con più punti possibili».

Beppe Nuti | Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Clicca qui per leggere il precedente numero del Grifo D’Attacco

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.