Gravina: “Sabato si gioca regolarmente”

Il presidente Figc a Sky Sport 24: "Il campionato non si ferma, abbiamo assistito a quanto accaduto in Inter-Napoli, ma non possiamo pensare che quanto successo possa contaminare negativamente il nostro mondo"

571
FIGC Gravina
Il presidente della Figc Gabriele Gravina (Foto sito Figc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ai microfoni di Sky Sport 24, Gabriele Gravina risponde dopo i gravissimi fatti accaduti prima e durante Inter-Napoli. “Il campionato non si ferma, abbiamo assistito a quanto accaduto in Inter-Napoli, ma non possiamo pensare che quanto successo possa contaminare negativamente il nostro mondo, ci vuole una risposta netta e la nostra è che il 29 si gioca”. Il numero uno del calcio italiano aggiunge: “Tutti devono capire una volta per tutte che esiste una figura al di sora e in questo momento è Gabriele Gravina, l’unico presidente della Figc è lui”. E richiama all’ordine tutto il mondo del calcio nostrano: Non accetterò più dichiarazioni di ogni sorta di chi pensa che possa mettere a posto tutto o pensa agli interessi del proprio orticello”.

Sulle richieste del questore di Milano (NDR: divieto di trasferta per i tifosi dell’Inter sino a fine campionato e chiusura della curva nerazzurra sino al 31 marzo) il presidente afferma: “La linea deve essere dura, invito tutti a fare una riflessione di rispetto per i ruoli. Credo che tutto ciò che riguarda le sanzioni sportive spetti al Giudice sportivo: il questore è nel suo pieno diritto di proporre una serie di provvedimenti”. Sulla sospensione di Inter-Napoli per i cori razzisti contro Koulibaly: “La norma è chiara, i responsabili della sicurezza dello stadio, predisposti dal Ministero dell’Interno, hanno la possibilità di sospendere la gara. L’arbitro non può farlo”. Gravina chiederà un incontro con il ministro dell’Interno Matteo Salvini per predisporre ulteriori provvedimenti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.