Goldaniga: «Vivrò il derby con grande passione, dispiace per l’assenza dei tifosi»

Il difensore del Genoa a Sky Sport: «Il derby è una partita a sé, non contano tanto le gambe quanto il cuore»

1397
Goldaniga
Edoardo Goldaniga (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Finalmente siamo rientrati tutti, sono contento. Adesso stiamo cercando di tornare in forma, ieri in tanti hanno messo minuti nelle gambe». In un’intervista a Sky Sport, Edoardo Goldaniga ha parlato del derby di domenica prossima e di tanto altro in maglia rossoblù.

DERBY – «Adesso sappiamo che abbiamo un bel tour de force ma il derby è una partita a sé, non contano tanto le gambe quanto il cuore».

CORONAVIRUS – «Sono stato il primo giocatore a essere messo in quarantena ai tempi, perché è partito tutto da Codogno, ma alla fine il Covid è arrivato ovunque. Dispiace per questo momento che sta vivendo l’Italia».

VITTORIA NELLA STRACITTADINA – «Vincere sarebbe una grande soddisfazione per noi, per i tifosi, per la società e per la città. Non facciamo proclami, ce la metteremo tutta per provare a vincere».

FAVORITA LA SAMPDORIA? – «Conosciamo la forza dei nostri avversari che stanno vivendo un bel momento. Sicuramente metteremo in campo tutto quello che abbiamo».

EMPATIA CON I TIFOSI – «Fin dal primo giorno a Genova ho sempre detto che venire qui è sempre stato un mio obiettivo. La città e i colori mi hanno sempre attirato molto. Speriamo che la mia avventura continui a lungo e nel migliore dei modi».

NONNO GIACINTO – «Non l’ho mai conosciuto purtroppo e non mi ha potuto raccontare niente. Vivo però il derby con passione, dispiace per l’assenza dei tifosi».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.