Giovanni Porcella: Prandelli convince, ma servono investimenti

L'opinione del giornalista di Primocanale: il tecnico "ha mostrato sicurezza, carisma, calma, scelte tattiche azzeccate"

3115
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In dieci minuti Prandelli ha capito dove è finito. L’arbitro Pasqua gli ha fatto il regalo di benvenuto mandando fuori Criscito e lasciando il Genoa in dieci per oltre 80′. Il pessimo direttore di gara ha messo alla prova il nuovo tecnico che nella gestione dell’emergenza ha convinto tutti. Il biglietto da visita, semmai ce ne fosse bisogno, è stato questo di Prandelli. Ha mostrato sicurezza, carisma, calma, scelte tattiche azzeccate. Un primo tempo giocoforza sofferto ma mai fino allo sbando, ripresa con compiti precisi, sacrificio e anche coraggio nelle ripartenze. Rispetto a qualche giorno prima un altro mondo. La vittoria però non è arrivata e dunque ci sarà da soffrire enormemente perché comunque a centrocampo soprattutto c’è da rifare tutto o quasi. Qui la società è chiamata a risposte chiare, cioè investimenti. Insomma, invece di pensare alle cessioni a giugno, unica rassicurazione che arriva dall’alto, qui bisogna spendere altrimenti il rischio di altre carestie di punti è dietro l’angolo. Juric ha pagato per tutti, ha pagato per la sua accondiscendenza, il suo allineamento, ma Prandelli penso abbia un altro spessore e la dirigenza avrà il piacere di accontentarlo. E’ l’unica via è per tirarsi fuori dai guai con una certa celerità.

Giovanni Porcella – GrifHouse Primocanale

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL BLOG DI GIOVANNI PORCELLA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.