Giovanni Porcella – Genoa sulle ginocchia, a Brescia è già vietato sbagliare

Il giornalista di Primocanale: «Quattro sberle, tre di Cornelius, hanno riportato sulla terra il Grifone circondato da ottimismo forse eccessivo»

1587
Favilli marcato da Alves (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un Genoa così brutto nella gestione Nicola non si era mai visto. Brutto segnale. Se c’era un po’ fiducia attorno a Criscito e compagni, se ne è andata via un bel pezzo dopo il ritorno in campo col Parma che ha passeggiato sui rossoblù. «»

Quattro sberle, tre di Cornelius, hanno riportato sulla terra il Grifone circondato da ottimismo forse eccessivo. Uno shock la sconfitta pesante in casa, anche perchè inaspettata nella sostanza della prestazione assolutamente inguardabile. Il Genoa senza i suoi tifosi si è squagliato subito anche perchè fisicamente sulle ginocchia dopo pochi minuti.

La forma raggiunta prima dello stop del campionato per Coronavirus e’ un ricordo gia’ sbiadito. Col Parma novanta minuti di nulla con Favilli che spreca l’ennesima occasione con Romero e Soumaoro gia’ con la testa altrove, con Schone appesantito e senza idee, con lo stesso Nicola che le ha provate tutte buttando nella mischia chiunque avesse vicino generando solo confusione. Occasione gettata via e ora sabato pomeriggio a Brescia è gia’ vietato sbagliare.

Giovanni Porcella – Tratto da Primocanale

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.