Giovanni Porcella: applausi e rimpianti

Il giornalista di Primocanale: «I tifosi rossoblù sanno distinguere i surgelati, la squadra di prima, e la frutta fresca, la squadra di Nicola»

2346
Porcella Genoa
Giovanni Porcella (foto da Primocanale)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Restano non i punti al Genoa dopo il match perso con la Lazio, ma tanti applausi sì. I tifosi rossoblù sanno distinguere i surgelati, la squadra di prima, e la frutta fresca, la squadra di Nicola. Rimanere fermi in classifica fa forse ancora più male e  allora ecco i rimpianti, pure arbitrali, ma ormai poco importa. Bravo Nicola a rispondere su Maresca: «Non me ne frega niente».  La Lazio è forte ed è in una fase in cui tutto gli riesce a meraviglia. Lo ha pagato sulla sua pelle il Grifone che però seppur rimaneggiato ha fatto il massimo. Schöne a scartamento ridotto e l’assenza di Sturaro hanno pesato su una prestazione comunque positiva a parte l’errore sul primo gol di Marusic e a qualche problematica a fare male in attacco. Tutto serve per migliorare. Non si sa se questo campionato sarà regolare e come verrà chiusa a causa dei problemi portati dal Covid 19, ma Criscito e compagni devono farsi trovare pronti. Avanti così, impossibile non trovare delle soddisfazione giocando con questa grinta e con un tifo mastodontico messo in mostra domenica pomeriggio. Se ci sarà unità d’intenti fino alla fine la salvezza è più che mai alla portata.

Giovanni Porcella – Tratto da Grifhouse/Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL BLOG DI GIOVANNI PORCELLA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.