Gilardino: «In dieci contro undici prendere un gol del genere dà fastidio»

Il tecnico del Genoa: «Sicuramente potevamo, dovevamo fare meglio; però sono bravi i ragazzi per come hanno improntato la partita, per come l'avevamo preparata, per come l'abbiamo giocata»

Gilardino Genoa Sassuolo
Mister Gilardino in panchina (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ un Gilardino rilassato e sereno quello che si presenta ai microfoni di Dazn a fine partita, nonostante il risultato negativo della sua squadra.
-Mister, prima di tutto il contratto firmato, finalmente…
“Sì stamattina ha firmato il contratto – esordisce Gilardino – quindi possiamo dire che è ufficiale, Quindi sarà l’allenatore del Genoa anche la prossima stagione”.
-Parliamo della gara …
“Oggi dall’Olimpico, nonostante la sconfitta, rosichiamo perché è in dieci contro undici prendere un gol del genere dà fastidio. Sicuramente potevamo, dovevamo fare meglio; però sono bravi i ragazzi per come hanno improntato la partita, per come l’avevamo preparata, per come l’abbiamo giocata. Perchè sicuramente la consapevolezza, l’atteggiamento in questo momento della stagione che abbiamo avuto, anche in questa partita contro una squadra forte di alto tasso, di grande qualità e che si giocava un obiettivo importante”.
“La nostra è stata una crescita progressiva, continua. Lo l’ho più volte in queste settimane. In questi mesi c’è stata sicuramente una crescita mentale, una consapevolezza in più della squadra, per la volontà, anche nelle ultime partite di giocare. Ci siamo sacrificati tutti specie in fase difensiva, per andare oltre i nostri limiti; così la squadra ha recepito nel modo migliore ciò che volevo, ed ha fatto grandi prestazioni”.
“Con la Roma abbiamo lavorato bene tra i reparti e abbiamo mantenuto le distanze in modo equilibrato con ordine, e quindi credo che i ragazzi si siano espressi al massimo per come avevamo preparato la gara, la partita, soprattutto nel secondo tempo. Ribadisco che andando in superiorità numerica dovevamo assolutamente evitare di prendere il gol, però sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Sono contento della stagione, tutti abbiamo dato tutto”.
-Torniamo al contratto….
“Il contratto l’ho firmato stamattina con il direttore – spiega Gilardino – era concordato così e sono felice. Io sono contento, molto contento. Anche la società è felice, quindi diamo continuità ad un lavoro che dura da un anno e mezzo; ci sono delle basi importanti da dove partire. Dobbiamo arricchirci e prendere giocatori affamati; giocatori che hanno la volontà, la voglia ed il desiderio di vestire questa maglia. Di venire nel nostro stadio per affrontare le gare, sia in casa che fuori, con quell’ardore agonistico che contraddistingue il Genoa! Se mi hanno cercato altre squadre? Non ha importanza, la mia volontà era quella di dare continuità a un progetto, al lavoro. Io mi trovo molto bene qui, lavoro molto bene con il mio staff, con la squadra, con i ragazzi. Ora ancora il Bologna, poi riposo e quindi si riparte!”. Franco Ricciardi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.