Il Genoa di Thiago Motta deve nascere prima di Natale

Da Ferrara a Milano: al rientro dalla sosta il Grifone giocherà sei partite decisive in ventisei giorni

2490
Thiago Motta Genoa
Mister Thiago Motta (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Le soste delle Nazionali scandiscono il ritmo del campionato e, nel mentre, concedono spazio alle analisi e agli approfondimenti del rendimento del Genoa. Il girone d’andata della Serie A terminerà il 12 gennaio dopo la pausa di Natale. Escluse le ultime due che si giocheranno a calciomercato aperto, le restanti trentasei partite del torneo si possono suddividere in tre parti.

Nella prima tranche (dal 25 agosto al 5 ottobre) il Genoa ha disputato sette partite. Quattro sconfitte, due pareggi di opposta fattura e una splendida vittoria contro la Fiorentina al debutto stagionale al Ferraris; otto gol fatti, quindici subiti. Un bottino di cinque punti, non così esiguo tenuto conto che in questi quaranta giorni la squadra di Andreazzoli ha affrontato Roma, Atalanta, Lazio e Milan senza dimenticare il Cagliari che alla Sardegna Arena metterà in difficoltà chiunque.

Il secondo periodo di partite (dal 20 ottobre al 9 novembre) inizia nel peggiore dei modi con il 5-1 di Parma. Un naufragio che porta all’esonero di Andreazzoli e alla chiamata a sorpresa del debuttante Thiago Motta. Il mini ciclo di cinque match in venti giorni porta in dote quattro punti (flebile rialzo della media da 0,71 a 0,8) frutto di una vittoria, un pareggio contro il Napoli e tre sconfitte. Sei reti realizzate a fronte di undici incassate: sostanzialmente le medie gol non cambiano, se non di pochi decimali.

Il terzo spaccato del girone d’andata è ancora da vivere. Per il Genoa inizierà il 25 novembre a Ferrara e terminerà a San Siro contro l’Inter il 21 dicembre. Cinque partite di campionato e una di Coppa Italia (il 3 dicembre contro l’Ascoli), tre a Marassi e tre in trasferta. In queste quattro settimane il Grifone deve svoltare poiché sarà chiamato in causa in tre scontri diretti, due dei quali lontano da Genova: Spal, Lecce e derby. Il Genoa di Thiago Motta deve nascere prima di Natale.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.