Genoa-Spezia, le pagelle: ventinove punti in un girone. Serve altro?

In gol Scamacca, su tap-in, e Shomurodov in involata: pennellata d'autore

6244
Scamacca Genoa-Spezia
(foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net dei protagonisti di Genoa-Spezia, gara terminata 2-0. Grifone a trentasei punti (ventinove dei quali ottenuti sotto la gestione Ballardini), prestazione che copre ogni errore arbitrale.

Genoa 7 – Un punto in meno in pagella, ma tre in più in classifica: una partita da vincere con più gol di scarto. Interpretazione intelligente

Perin 6 – Inoperoso, porta inviolata dopo dieci gare consecutive con almeno un gol al passivo

Biraschi 6 – Torna nella linea a tre (da centrale) dopo tanto tempo, un filo di ruggine ma l’apporto c’è sempre

Masiello 7 – Chiude in maniera spettacolare su Gyasi con un anticipo da manuale poco prima del raddoppio di Shomurodov

Criscito 7 – Stessa giocata di Masiello sullo stesso avversario ma al 16′ del primo tempo: quanto sono importanti i calciatori d’esperienza

Goldaniga 6 – Sacrificato necessario lungo la fascia, non spinge ma copre a dovere senza sbavature

Pjaca 5 – Giocare fuori ruolo non è mai semplice, Ballardini lo schiera mezz’ala in fase di non possesso ma gli corregge troppe volte la posizione (63′ Behrami 6 – Entra per tappare il palleggio, per lo più sterile, dello Spezia)

Badelj 7 – Professore in cattedra, silenzio in aula

Strootman 7 – Senso della posizione e assist a Eldor: sfiora il primo gol con la maglia del Genoa (90’+1 Cassata sv)

Zappacosta 7 – Da Nazionale, non ci sono dubbi. Calciatore di una categoria superiore

Pandev 6 – Perde progressivamente efficacia a causa delle due partite ravvicinate: bene nel primo tempo, dove peraltro segna un gol annullato dal Var per fallo di Destro su Provedel (57′ Scamacca 7 – Segna come Destro non è stato in grado di fare. Poi sparisce dalla partita: è questo il suo limite più grande)

Destro 5 – Teso, irrequieto: pesano i due gol che si divora a ridosso della porta, di testa e di respinta (63′ Shomurodov 7 – Torna a essere cavallo di razza dopo mesi da ronzino. Che bellezza il tiro a giro che batte Provedel)

Allenatore Ballardini 7 – Si alza il vento della critica? Lui risponde vincendo l’ennesimo scontro diretto: ventinove punti da Spezia a Spezia. Serve altro?

Spezia 5 – Provedel 5; Vignali 5, Terzi 5 (63′ Chabot 5), Erlic 6, Bastoni 5; Maggiore 5 (59′ Estevez 6), Leo Sena 5, Pobega 5; Farias 5 (63′ Verde 5), Nzola 5, Gyasi 5 – Allenatore Italiano 5

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.