Genoa, salvezza da centrare in una Serie A di fragili emotività

In questo mini torneo estivo le partite in ghiaccio si sciolgono in fretta

1245
Pinamonti Cassata Genoa
Pinamonti e Cassata (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il secondo tempo di Milan-Juventus è il manifesto di questo mini campionato che terminerà il 2 agosto. D’estate le partite in ghiaccio si sciolgono in fretta poiché è sufficiente un episodio, uno solo, per annientare una partita impari, senza storia alcuna, e, viceversa, aprire una nuova finestra di calcio con un’inerzia completamente diversa. E tutte le squadre ne sono coinvolte, dalla capolista alla Spal. L’attuale Serie A, quindi, si presenta come una corsa di dodici tappe ciascuna delle quali poggiante su fragili emotività. Il rocambolesco 4-2 del Meazza sarà sprono per molti spogliatoi dacché i verdetti di stagione si faranno attendere sino all’ultimo secondo dell’ultima giornata. Il Genoa, ora terzultimo ma con una gara in meno, deve crederci e stasera dare un forte segnale alla lotta salvezza.

Il segnale può arrivare anche da Nicola che alla vigilia del Napoli perde Romero ma ritrova Criscito: se il capitano torna in distinta significa che è pienamente recuperato e che può addirittura giocare titolare (ma non per tutta la partita). Il vuoto lasciato da Criscito sulla sinistra – tamponabile con Barreca ancora per novanta minuti – ha danneggiato il Grifone, svuotandolo di copertura, intelligenza posizionale, personalità e abilità di palleggio nella metà campo avversaria. Recuperare l’ex Zenit per i residui ventisei giorni di calcio è senz’altro una buona notizia perché sono questi campioni che alimentano l’animo del Genoa, proprio come ha fatto Pandev a Udine quando tutto sembrava perso.

Basta un episodio per raccontare un finale diverso. Bisogna, però, costruirselo con tanta forza di volontà e un pizzico di sana follia, quella che ad esempio ha condotto Biraschi in area di rigore nei minuti finali al Friuli. É vero che il Genoa ha le qualità per salvarsi ma dopo questo turno infrasettimanale non ha più jolly da giocare per contrastare una partita sprecata per almeno due terzi. Dietro qualcosa si muove e dopo lo sprint verso l’Europa League del Milan il Napoli non vorrà perdere punti a Marassi. Vista così sembra una partita inaccessibile ma in questo pazzo mini-torneo tutto può succedere.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.