Genoa, quattro scontri diretti in un mese: primo atto a Lecce

Mister Motta può scegliere la migliore formazione senza troppi condizionamenti in vista del derby

1377
Pinamonti Genoa
Andrea Pinamonti (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa viene al dunque. Da domani inizierà un mini campionato di cinque partite per il Grifone: dalla trasferta di Lecce alla trasferta di Verona contro l’Hellas di Juric, tutto in un mese, o poco più. Si tratta di quattro scontri diretti (e una sfida proibitiva al Meazza contro l’Inter) per i rossoblù chiamati a mordere la parte più tenera del calendario, quella che nel girone di ritorno farà la differenza per la salvezza. Due al Ferraris, dove il Genoa è reduce da due sconfitte di fila, e tre in trasferta: nei prossimi quaranta giorni ci sarà in palio una grossa fetta di stagione.

Thiago Motta affronterà il periodo decisivo a modo suo. Senza battere ciglio o abbozzare un sorriso, al solito imperturbabile dal punto di vista emotivo come una sfinge rossoblù. Il tecnico paulista difficilmente si fa travolgere dalle emozioni che lo circondano il che è un elemento che depone a suo favore poiché può ovattare il percepito dello spogliatoio. Poi viene il gioco, di cui è fautore, che nelle ultime settimane è stato criticato per la vacuità nei momenti chiave delle partite dimenticando, forse, che il Genoa denuncia un (preoccupante) deficit di qualità in fase di finalizzazione.

Lecce-Genoa è il primo atto di uno spettacolo tutto da vivere perché nella sua interezza unirà l’alto e il basso, il dramma e la commedia, con uno spirito di rara goliardia. E’ bene che il Grifone arrivi nel migliore dei modi al derby, tradizionalmente la partita più imprevedibile dell’anno, quindi senza squalifiche (nessun giocatore è a rischio diffida) o ulteriori infortuni. Mister Motta può scegliere la formazione migliore per Lecce, senza troppi condizionamenti, esclusi quei calciatori che nella rifinitura di oggi non daranno le opportune risposte. Al Via del Mare inizia il mese degli scontri diretti. Il Genoa viene al dunque.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.