Genoa, la Primavera cresce ma resta un cantiere aperto

Russo ha iniziato male la partita, con uscite timide e rinvii sgangherati: dopo il 2-1 di Micovschi ha sfoderato carattere e quelle parate che lo rendono un grande prospetto. Migliore in campo rossoblù

1141
Bianchi
Flavio Bianchi del Genoa (foto di torinofc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Primavera del Genoa è un cantiere aperto. E’ del tutto normale che sia così dopo i profondi cambiamenti che hanno riguardato la rosa rossoblù. Tanti nuovi volti e tanti stranieri da inquadrare nella nuova realtà sportiva. Ci vuole tempo ma rispetto alla gara con l’Albissola d’inizio mese i progressi ci sono stati ovunque tranne che nella fase difensiva. Il Genoa subisce ancora troppi tiri in porta e fatica a reagire all’evento negativo. Costituisce piena prova il primo tempo del Filadelfia, regalato al Torino per più di mezz’ora prima del riscatto d’orgoglio negli ultimi dieci minuti.

Ci sono delle qualità tra i Grifoncini di mister Carlo Sabatini. Il gruppo è sano, sveglio e ascolta i consigli dell’allenatore. Altrimenti non ci sarebbe stato il 2-2 ieri. Manca un leader com’era Giorgio Altare l’anno scorso, un interprete di personalità capace di alzare la voce al momento opportuno. Qualcuno verrà fuori, a tal fine il capitano Flavio Bianchi è un attaccante sempre disposto al sacrificio (a volte eccessivo, deve imparare a correre meno ma meglio). Il Genoa deve recitare il “mea culpa” per aver perso banalmente all’ultimo minuto la palla del 3-2. Il pareggio avrebbe dato entusiasmo, qualcosa di ben più grande di un punto in classifica.

Il Toro ha meritato la vittoria avendo costruito almeno sette occasioni da rete. Imprecisi i tiratori di Coppitelli ma bravo, bravissimo Alessandro Russo. Il portiere che studia da Perin ha iniziato male la partita, con uscite timide e rinvii sgangherati: dopo il 2-1 di Micovschi ha sfoderato carattere e quelle parate che lo rendono un grande prospetto. La sbavatura finale sul gol di Rauti – infilato sul proprio palo – non intacca una partita maiuscola del Nazionale U19. Per il resto residua un pò di nebbia nella manovra del Genoa, apparsa ancora insicura, lenta e piuttosto prevedibile. Sabatini avrà da lavorare nei prossimi giorni. La sua Primavera è un cantiere aperto.

Genova Filadelfia Torino
Lo striscione al Filadelfia per Genova (foto di torinofc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.