Genoa, obiettivo serenità. Italiano favorito per la panchina

L'attuale tecnico dello Spezia non si libererà fino al 20 agosto

3232
Italiano
Mister Italiano (foto Facebook di Spezia Calcio)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Spenti i riflettori della prima offerta d’acquisto del Genoa, rientrato l’eco mediatico della notizia diffusa da ogni mezzo di comunicazione nazionale e anche europeo, il calendario del mercato rossoblù ha una giornata in meno. La nuova stagione di Serie A è sempre più vicina così come dovrebbe esserlo anche la scelta della conduzione tecnica della squadra. Vincenzo Italiano è l’attuale favorito per la panchina rossoblù dacché il suo lavoro allo Spezia, prima finalista playoff in B, è particolarmente gradito al nuovo ds Faggiano. E non solo. Più defilata, ma comunque da non scartare, la posizione di Davide Nicola, l’uomo della salvezza, e di Rolando Maran, esonerato in inverno dal Cagliari.

Qualsiasi sarà la scelta è fuor dubbio che il Genoa non dovrà più ricadere nei plurimi errori del passato: fretta, impeto, cattivi consigli, egoismi. Il nuovo (oppure vecchio) allenatore del Grifo dovrà godere del supporto della società, soprattutto nelle prime battute del campionato, spesso decisive per incanalare la stagione in un certo modo. Andreazzoli docet. Sbagliare è umano, perseverare ancora di più. Ma nei recenti anni il club rossoblù ha inanellato una sfilza di topiche che globalmente hanno compromesso il cammino della squadra conducendola sull’orlo della retrocessione. «Al Genoa serve serenità, non inutile confusione» ha detto Preziosi nella sua ultima uscita pubblica che segue di pochi giorni l’ennesima esternazione che conferma la volontà di cessione.

Serenità, appunto. Che fa rima con normalità ma anche con stabilità. Ciò che chiedono i tifosi genoani dopo anni ricchi di delusioni e immeritati finali di stagione al cardiopalma. Sarà la sfida del direttore sportivo Faggiano, del suo nuovo corso: ma sarà anche la sfida del nuovo/vecchio allenatore, chicché sia. Ridurre il margine d’errore per veleggiare in acque tranquille. E per riuscirci sembra che il Genoa voglia fare affidamento su un capitano italiano. O Italiano.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.