Genoa-Napoli, le pagelle: Ballardini ritrova il vero Grifo, Di Bello è recidivo

L'arbitro (e il Var) influiscono nella partita, annullato un gol regolare a Pandev. Che storia Cambiaso!

11469
Genoa
Cambiaso festeggiato dai compagni (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net di Genoa-Napoli, gara terminata con il punteggio di 1-2. Mister Ballardini ritrova il vero Grifone che esce tra gli applausi del pubblico del Ferraris nonostante la seconda sconfitta consecutiva: Di Bello protagonista in negativo, come in un Roma-Genoa del 2018, poiché annulla un gol regolare a Pandev attraverso il Var.

Genoa 7 – Squadra combattiva, volenterosa e generosa, in pressione su ogni pallone. Manca un terminale offensivo capace di fare gol

Sirigu 7 – Tiene in vita la partita con uno strepitoso intervento di tacco su Lozano al 69′. Sempre attento sulle conclusioni di Insigne

Vanheusden 6 – Talvolta esuberante nelle progressioni palla al piede, talatra eccessivamente conservativo nella gestione del possesso: deve trovare equilibrio (67′ Masiello 5 – Petagna se lo tiene a distanza di sicurezza per segnare il gol vittoria, errore banale)

Biraschi 7 – Ci mette cuore e grinta. Agevolato nella marcatura dall’assenza di una vera prima punta napoletana

Criscito 6 – Bene in copertura, può anche segnare nei minuti finali ma non inquadra la porta

Ghiglione 7 – Propositivo, finalmente. Può fare gol a inizio ripresa, colpisce Meret e Rui, ma consegna a Cambiaso una palla da spingere in rete (83′ Behrami sv – Subentra e il Genoa incassa il gol)

Badelj 7 – Arpiona molti palloni, cresce nel secondo tempo

Rovella 6 – Il più disinvolto a centrocampo, deve essere più presente nei novanta minuti e non uscire dalla partita

Sturaro 6 – Corsa e polmoni, sbriga del lavoro sporco (67′ Kallon 5 – Immaturo, Koulibaly lo prende in consegna e non lo fa mai entrare in area di rigore)

Cambiaso 8 – Da raccattapalle a un gol sotto la Gradinata Nord. Che storia! Migliore in campo

Hernani 5 – Rimandato, avulso dal gioco e spesso in fuorigioco (46′ Pandev 6 – La serata era propizia, inventa calcio e segna ma ci si mette di mezzo Di Bello e Fabbri)

Ekuban 6 – Gioca costantemente spalle alla porta e lontano da essa, battaglia con spirito contro Koulibaly e Manolas. Merita fiducia (46′ Buksa 5 – Reo di un fallo inesistente, sbaglia qualche pallone di troppo)

Allenatore Ballardini 7 – Reagisce al poker di Milano con compostezza e grinta, da vero genoano. A partita in corso inserisce tre punte per vincere

Napoli 7 – Meret 7; Di Lorenzo 7, Manolas 6, Koulibaly 7, Mario Rui 6 (92′ Juan Jesus sv); Fabian Ruiz 7, Lobotka 7, Elmas 6 (92′ Gaetano sv); Politano 6 (82′ Petagna 7), Insigne 7, Lozano 5 (70′ Ounas 7) – Allenatore Spalletti 7

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.