Genoa-Lazio, le probabili formazioni: ballottaggio Veloso-Rolon, rientra Romero

Lazovic all'ala destra mentre Romero rientra al centro della difesa. Biancocelesti in emergenza per le 10 assenze

1479
Rolon Di Lorenzo Genoa-Lazio
Rolon contro Di Lorenzo (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genoa-Lazio sarà una delle partite più accattivanti della ventiquattresima giornata di Serie A. Il Grifone va alla ricerca del quarto risultato utile consecutivo mentre i biancocelesti inseguono un altro numero quattro, ossia il piazzamento in classifica per volare direttamente in Champions League. Simone Inzaghi, come ha spiegato in conferenza stampa, dovrà fronteggiare ben dieci defezioni. Dall’altra parte, Prandelli non ha convocato i lungodegenti Mazzitelli, Hiljemark, Favilli e Lapadula.

DIFESA – Il modulo che userà Prandelli in Genoa-Lazio sarà il 4-3-3. Davanti a Radu giocherà la difesa che ormai si può definire titolare: Biraschi e Criscito terzini, Romero (di ritorno dalla squalifica) e Zukanovic al centro.

CENTROCAMPO – L’unico ballottaggio di giornata è nel cuore del gioco. Veloso ha ben impressionato per solidità a Bologna e adesso contende la maglia da titolare con Esteban Rolon. A circa diciannove ore dal fischio d’inizio sembra in leggero vantaggio l’argentino ex Malaga. Lukas Lerager e Ivan Radovanovic saranno i mediani rossoblù a completare il reparto.

ATTACCO – Nessun dubbio su chi giocherà in attacco e proverà a fare male alla difesa laziale, che non subisce gol da due partite (Frosinone ed Empoli). Il tridente sarà composto da Lazovic, Sanabria e Kouamé. Dopo il fischio d’inizio bisognerà fare attenzione alla posizione in campo dell’ivoriano che potrebbe prendere il centro dell’attacco con Antonio Sanabria leggermente defilato.

Genoa (4-3-3): Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito; Lerager, Radovanovic, Rolon; Lazovic, Sanabria, Kouamé. Allenatore: Cesare Prandelli.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Romulo, Badelj, Cataldi, Lulic; Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

Arbitro: Banti di Livorno. Assistenti: Bindoni e Di Vuolo. Quarto Uomo: Piccinini. Var: Abisso. Avar: Lo Cicero.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.