Genoa, consigli per gli acquisti (e per le vendite)

Premessa di Claudio Strinati: «Tra acquisti e vendite agognerei una sola vendita, quella della società da parte di Preziosi»

6157
Genoa Strinati Thiago Motta
Claudio Strinati

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“…Da sempre noi siamo così, come un’onda che viene dal mare…” 

Sbrigato velocemente il capitolo IN-OUT con due semplici parole: niente (Cosa va) tutto (Cosa non va) mi concentrerei su uno degli sport preferiti dagli italiani il… (CALCIO) MERCATO DEI SALDI.

Premesso che tra acquisti e vendite agognerei una sola vendita, quella del Genoa da parte del sig. Preziosi, sono pur sempre un genoano molto realista e non inseguo le illusioni, tipo quelle create da un noto ex cascatore dell’area di rigore bianconerocerchiato; pertanto mi limiterò a qualche semplice consiglio per gli acquisti e vendite per il nostro amato Grifone.

Capitolo 1 – Portieri. Abbiano sistemato la porta con il ritorno del valido Mattia Perin che, messi da parte i problemi fisici, potrà, come sempre ha fatto, regalarci quei tre o quattro punti in più fondamentali per il nostro futuro.

Capitolo 2 – Difesa. Il settore arretrato necessita di un ritocco fondamentale e importante nel ruolo di esterno sinistro, in quanto i vari Pajac e Barreca impiegati nel ruolo non hanno per nulla convinto. Il consiglio per l’acquisto: l’illusione è Rodriguez (Milan), la realtà potrebbe essere Dimarco (Inter). Ad essere pignoli potrebbe anche servire un centrale in più (come Bonifazi del Torino).

Capitolo 3 – Centrocampo. Qui è arrivato/sta per…Behrami, esperto bucaniere del centrocampo potrà dare il suo contributo. Il consiglio per l’acquisto: l’illusione Badelj (Fiorentina), la realtà Schöne, perché quello che abbiamo visto fino ad ora è il cugino, pure scarso, del centrocampista danese, e Kurtic (Spal).

Capitolo 4 – Attacco. Anche qui sta per arrivare Krmencik, gigante della Repubblica Ceca che potrà dare sicuramente un buon contributo alla causa. Il consiglio per l’acquisto: l’illusione Piatek che peraltro è voluto andar via e sembrerebbe voler ritornare, quindi può starsene dov’è, ed il fratello gemello di Callejon, che oltre ad aver fatto parlare il mondo per il commovente abbraccio ricevuto dal giovane tifoso che lo implorava di non andare via, si è svincolato dal Bolivar e negli ultimi tre anni ha segnato 60 gol in un centinaio di partite, Libertadores compresa; la realtà è un giocatore come Destro del Bologna e/o Donnarumma del Brescia.

Approvato il possibile arrivo di Borini dal Milan, ottimo professionista, passiamo al capitolo delle vendite.

Qui l’elenco si spreca: Marchetti, Jandrei, Radu (ma uno dovrà pur rimanere), Barreca, Gumus, Sanabria, Pinamonti, Radovanovic, Saponara, El Yamiq ed altri a vostra scelta. Quindi, per concludere, oltre a dare il benvenuto all’amico di vecchia data Davide Nicola, professionista serio e genoano vero, bisogna che il sig. Preziosi, visto che non vende la società, compri quattro o cinque giocatori di qualità.

Questo è il mio consiglio.

Saluti rossoblù e un buon 2020 di salute e prosperità a tutti!

Claudio Strinati

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.