I Bucanieri Rossoblù confidano nel “Pirata” Jurić

Con il tecnico croato alla guida, racconta il presidente del club Marco Bianchi, il Genoa punterà a salvarsi il prima possibile e ottenere un ottimo piazzamento

78
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Questa settimana Pianetagenoa1893.net per il consueto Viaggio nei club, ha intervistato Marco Bianchi, vice presidente del Genoa Club I Bucanieri Rossoblù.

Storia e fondazione del club
Il Genoa Club “I Bucanieri Rossoblu” è nato ufficialmente il 18 ottobre 2004. Sei persone dopo aver visto (e sofferto) il posticipo della Serie B allo stadio “Luigi Ferraris” tra Genoa e Treviso, hanno deciso di fondare il Club. Sei temerari, che hanno sofferto e tifato fino a non avere più la voce, e goduto per quella vittoria risicata per 2-1 e che ha dato il “la” per la lunga cavalcata verso la Serie A. Adriano Bianchi, Marco Bianchi, Davide Delfino, Michele Mignone, Agnese Orsini e Andrea Pignatelli si sono riuniti nella casa della famiglia Bianchi e hanno deciso, dopo mesi di discussione e preparazione, di far uscire in mare il vascello dei “Bucanieri Rossoblu”.

L’ origine del nome
“Quando c’è venuta l’idea di fondare un Club, la cosa più difficile era dare un nome. Un calciatore del momento non era possibile, se lo vendono cosa facciamo? Un calciatore del passato: non sapevamo a chi intitolarlo, qualcuno diceva Signorini (già esistente), altri Levratto, altri i giocatori partecipanti all’Uefa del 1992, altri Pantaleoni. Scartiamo l’idea dei giocatori. Ci decidiamo per un nome neutro. Ci vengono in mente: “banditi” o “brigate rossoblu”. Però “brigate” ricorda troppo le Brigate Rossonere, della tifoseria milanista. Rimangono briganti e banditi. Poi ci viene in mente: siamo una città di mare, perché non chiamarci pirati o qualcosa di simile? Allora Andrea Pignatelli, nella noia di un prepartita, nella Nord già quasi zeppa propone: “Possiamo chiamarci Bucanieri? I Bucanieri Rossoblu!”. E la proposta passa! Che sia chiaro: non siamo assolutamente per la violenza, né negli stadi, né fuori. Siamo dei “Bucanieri Gentiluomini” (… e Gentildonne!). Vogliamo creare un gruppo di persone, con un nome anche strano e sconosciuto (poco si sa di chi erano i pirati e i bucanieri e in questo sito avrete informazioni) che lotta e tifa per il Genoa, sempre e comunque”.

Iniziative ed eventi
Come Bucanieri, hanno organizzato alcune feste di Carnevale per i bimbi e i ragazzi del quartiere di Marassi, cene sociali e feste per gli anniversari del Club.
Da 7 anni organizzano il Memorial Maria Grazia Montanari Pieri, un torneo di calcio a 7 che coinvolge 7/8 squadre di Genoa Club o tifosi genoani, con la presenza di oltre 100 persone a una grigliata.
Dal 2007 premiano il “Bucaniere Rossoblu”, il personaggio rossoblu che si è contraddistinto per attaccamento alla maglia, impegno e sacrificio. Il Premio è stato vinto da Marco Rossi, Ivan Juric, Luca Antonini, Tomas Rincon, Francelino Matuzalem e Nicolas Burdisso.

Aspettative per la nuova stagione e calciomercato
Sul Genoa di quest’anno si spera nei due obiettivi principali: vincere i derby ed essere sopra la Sampdoria!
Certamente la squadra, con il “Bucaniere” Jurić alla guida, punterà a salvarsi il prima possibile e ottenere un ottimo piazzamento.
Nel mercato sono rimasti tutti i giocatori più forti, e fa ben sperare per il futuro.
Scheda Genoa Club I Bucanieri Rossoblù
Sede: c/o CSI Genova Via Santo Stefano 3/3
Presidente: Alessandro Noceti
Vice Presidente: Marco Bianchi
Segretari: Anastasia Delucchi, Andrea Pignatelli
Tesoriere: Davide Delfino
Addetto allo striscione: Michele Mignone
Addetto alle attività ricreative: Robert Rodriguez

Consigliere: Luca Parodi

Contatti: 349/7944482
NB: i club che volessero partecipare a questa rubrica possono scrivere a
redazione@pianetagenoa1893.net

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.