Genoa, bentornata vittoria: Piatek inafferabile. Prandelli imbriglia Gasp

La Lega di Serie A revoca un gol del tutto legale al Pistolero

3123
Piatek Kouamé Genoa
Piatek gol (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa riabbraccia la vittoria che mancava da fine settembre, dieci partite fa. 3-1 all’Atalanta in una gara condotta ad alta intensità. Piatek fa doppietta ma la Lega gli revoca una marcatura del tutto legittima. Prandelli decisivo con le sostituzioni.

Primo tempo – Il Genoa parte forte, forse fin troppo tanto: al 5′ Romero trita la caviglia di De Roon e lo manda all’ospedale (accertamenti su perone e melleolo). La partita si sveglia al 35′ quando il Var concede rigore all’Atalanta correggendo la valutazione di Doveri: Romero apre le braccia, l’intervento va punito. Ciononostante Radu ipnotizza Ilicic. I bergamaschi sfiorano il vantaggio con il palo di Gomez al 45’+1, Radu è ancora decisivo sul conseguente tap-in di Zapata. Il Genoa costruisce tre palle gol nel recuper di tempo: prima Toloi tocca il tiro di Hiljemark diretto all’incrocio, poi Berisha intuisce il colpo di testa di Piatek ma al 51′ non scongiura l’1-0 del Pistolero che viene attribuito a Toloi per deviazione.

Secondo tempo – L’Atalanta trova il pareggio su rigore al 55′, regalato da Crisito per un fallo su Freuler: Radu intuisce ma Zapata lo buca. Il Genoa ha il merito di non uscire mai dalla partita, nonostante i nerazzurri continuino a macinare corsa e gioco. Il secondo vantaggio di Lazovic arriva al 67′: Hateboer manca l’intervento, il serbo è eccellente nello stop orientato prima del tiro. Dopo il 2-1 Prandelli passa al 3-5-1-1 per costringere l’Atalanta ad andare sulle fasce dove non ha svantaggio numerico: è la mossa decisiva che imbriglia Gasperini, che resta in nove per il secondo giallo a Palomino e il rosso a Toloi. Piatek chiude la partita all’88’ mettendo la palla all’incrocio.

GENOA-ATALANTA 3-1 (1-0)
Marcatori:
45’+6 aut. Toloi (A), 55′ rig. Zapata (A), 67′ Lazovic (G), 88′ Piatek (G).
Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo, Hiljemark, Veloso (45′ Rolon), Bessa, Lazovic (81′ Pereira); Piatek, Kouamé (71′ Sandro). All. Prandelli A disposizione: Marchetti, Vodisek, L. Lopez, Zukanovic, Omeonga, Pandev, Favilli, Dalmonte, Spolli.
Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon (5′ Pessina), Freuler, Gosens; Gomez (63′ E. Rigoni); Ilici, Zapata (74′ Barrow). All. Gasperini A disposizione: Gollini, Rossi, Djmsiti, Masiello, Castagne, Valzania, Reca, Pasalic, Tumminello.
Ammonizioni:
3′ Romero (G), 12′ Palomino (A), 54′ Criscito (G), 71′ Rolon (G), 81′ Palomino (A).
Espulsioni: 81′ Palomino (A), 90+3 Toloi (A).
Tiri in porta: 7-6
Calci d’angolo: 9-6
Possesso palla:
41%-59%
Note: 35′ e 72′ allontanati Perinetti e Scarpi dalla panchina del Genoa per proteste; 36′ Radu para rigorez a Ilicic; 40′ allontanato Raimondi dalla panchina dell’Atalanta per proteste; 45+1′ palo di Gomez; 7′, 3′ di recupero.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.