Il Genoa si aggrappa al Ferraris e alla spinta del suo popolo

Il rendimento interno del Grifo non è da retrocessione ma nemmeno è sufficiente per stare al riparo

1738
Nord Genoa Alex
Gradinata Nord (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa si aggrappa al Ferraris per dare colore a una classifica plumbea sebbene la salvezza disti un solo punto. Fort Marassi, come sempre ma forse oggi un pò di più alla luce della delicatezza del momento. La squadra di mister Nicola ha bisogno di sterzare il proprio rendimento casalingo dove ha maggiori possibilità di mettere in difficoltà gli avversari. A partire dalla Roma che salirà a Genova dopo due sconfitte consecutive in campionato e dopo aver giocato l’ottavo di Coppa Italia (domani al Tardini contro il Parma): Fonseca avrà appena due allenamenti per preparare la prima gara del girone di ritorno contro il Grifone.

Nicola dispone di un minimo vantaggio che può capitalizzare domenica allo stesso modo di Juric: intensità, aggressività, pressione sul portatore di palla avversario e ritmi alti. Il Genoa è chiamato a interpretare una gara fisica, di tutto cuore dal primo all’ultimo minuto. E per riuscire in un risultato che sembra inverosimile – fermare la quarta forza della Serie A – i rossoblù hanno bisogno della spinta del Ferraris. É fondamentale che nelle restanti dieci gare casalinghe il Genoa giochi in un clima positivo, senza eccessi come lo sono stati i mugugni diretti a Pajac al primo pallone toccato contro il Sassuolo.

Il rendimento interno del Grifo non è da retrocessione ma nemmeno sufficiente per stare al riparo. Dieci punti in nove partite, con molte occasioni sprecate che urlano vendetta come il rigore di Schöne contro il Milan parato da Reina (nella sua unica presenza in stagione), la rimonta dell’Udinese o il derby perso allo scadere. Quanti punti persi per episodi e per leggerezze, ostinati e contrari. Il Genoa di Davide Nicola deve attingere a piene mani dal Ferraris e lì costruire le fondamenta della propria salvezza, con una risorsa in più rappresentata dal sostegno del proprio pubblico.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.