Genoa 5° in Europa per mole di prestiti in entrata

Ma che ne sarà il 1° luglio 2020?

3283
Radu Genoa
Ionut Radu (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una formazione ben assortita, o quasi. Non possono entrare tutti e undici in campo per ovvi motivi di ruolo, ma di certo appesantiscono (o indeboliscono) la rosa del club più antico d’Italia. Loro sono i calciatori arrivati al Genoa in prestito, sono undici e hanno un valore stimato dall’autorevole Transfermarkt in 79,5 milioni di euro. Meglio – o peggio – in Europa hanno fatto solo Roma (121,5 milioni spalmati su 6 giocatori), Bayern Monaco (112 su 3 giocatori), Inter (112 su 4 giocatori) e Paris Saint-Germain (85 su 2 giocatori).

In questa speciale classifica il Genoa è davanti a due italiane, Parma e Cagliari, sintomo di una tendenza – quella a rinforzare la propria rosa con calciatori in prestitotutta italiana. E in effetti anche scorrendo la classifica inversa, ovvero quella che tiene conto dei clubs con maggior valore sparso per il mondo in prestito, regna la Serie A (Inter, Sassuolo, Napoli, Fiorentina e Cagliari).

Il Genoa, che primeggia nella Top 10 per numero di calciatori (11, come detto), vanta 79,5 milioni di euro in prestito. Trenta di questi dipendono dall’Inter (Radu e Pinamonti), 25 dalla Juventus (Perin e Romero), 5 dal Sassuolo (Goldaniga e Cassata), gli altri tra Monaco (Barreca), Cagliari (Pajac), Betis Siviglia (Sanabria) e Bologna (Destro). Sorge però un interrogativo non da poco: l’attuale rosa del Grifone vale – secondo Transfermarkt – la somma di 148,20 milioni di euro. Che ne sarà al 1° luglio 2020, quando questi 79,5 milioni torneranno alle rispettive basi per la fine dei prestiti?

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.