Gazzetta dello Sport, è sempre più il Genoa di Piatek

Il polacco continua a far bene

2518
Piatek scocca il tiro del vantaggio genoano (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sesto gol in rossoblù ieri per Krzysztof Piatek, attaccante polacco cui Davide Ballardini sta concedendo fiducia venendo ripagato in prove convincenti e marcature di un certo peso. Dopo il rigore procurato contro lo Zenit, l’ex Cracovia s’è ripetuto ieri nel triangolare di Magdeburgo, alias Interwetten Summer Cup, già nella prima partita contro lo Swansea. Certamente il test contro i gallesi allenati da Graham Potter ha avuto un’importanza ben maggiore rispetto alla sgambata contro i padroni di casa, ed è proprio stato il primo impegno quello che secondo l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ha dato maggiori certezze.

Pari ai tempi regolamentari e vittoria dal dischetto contro lo Swansea, dove Andrei Radu è stato bravo a neutralizzare due rigoristi gallesi. Solito 3-4-3, Bessa out e Mazzitelli in campo, ma per il resto stesso undici che aveva affrontato i ragazzi di Semak. Pandev e Medeiros ai lati di Piatek, il macedone ad armare la bellissima conclusione del polacco per l’iniziale vantaggio rossoblù (40′), prima che l’infortunio a Spolli obbligasse Ballardini a far entrare Gunter e il pareggio di McBurnie allungasse la sfida ai rigori.

Più complicato il secondo match, contro il Magdeburgo, per altri 60′ intensi: qualche esperimento tattico (3-5-2, Zanimacchia esterno destro e Kouamé dirimpettaio a sinistra, Lazovic interno a centrocampo), poi le due reti dei tedeschi, la prima delle quali propiziata da un errore di El Yamiq. Alla fine è stato un Grifone iperoffensivo, con la contemporanea presenza in campo di Lapadula, Asencio, Spinelli e Kouamé. Oltre alla sconfitta, da segnalare l’infortunio patito da Callegari.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.