Gazzetta dello Sport, Galabinov verso l’addio

Andrey Galabinov verso l'addio al Genoa, così come Giuseppe Rossi, Resterà Medeiros, che farà compagnia in attacco al neo arrivato Piatek

635
L'ira di Galabinov (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Detto di un attacco da rifondare o quantomeno implementare dopo le sole 33 marcature della Serie A 2017/18, il Genoa per forza di cose dovrà fare delle scelte. In entrata la principale novità al momento è costituita dall’appena arrivato Piatek, ufficializzato dopo le visite mediche. Di “Venerdì” (questa la curiosa traduzione del suo cognome), polacco ex Cracovia, è stato ufficializzato l’acquisto per 4 milioni dall’Ekstraklasa, col patron Preziosi che se l’è aggiudicato per mezzo di uno dei suoi celebri blitz in stile Milito. Interessava parecchio anche in Premier League, ma fino al 2022 ha un contratto che lo lega alla Lanterna e al Luigi Ferraris.

Sarà lui, in odore di maglia numero 99, a schierarsi al fianco di Gianluca Lapadula nel probabile undici titolare di Davide Ballardini. Si va verso l’addio per Andrey Galabinov, sebbene l’italo-peruviano non sia certo della conferma, perché le tre reti messe a segno dal bulgaro ex Novara probabilmente non hanno convinto il Grifone. Accanto a lui anche Giuseppe Rossi, per questioni sia tattiche che economiche, lascerà il Ferraris. Chi dovrebbe rimanere, a questo punto, è un Iuri Medeiros in prestito fino al 2019. A quel punto si potrà esercitare il diritto di riscatto pattuito con lo Sporting Lisbona, e per 11 milioni verrà prolungata la permanenza a Genova del talentuoso portoghese. A riportare la notizia, stamani, è La Gazzetta dello Sport.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.