GAZZETTA DELLO SPORT – Una minaccia sugli stipendi: i club ci provano ma i calciatori prendono tempo

I club ne discuteranno nell'assemblea odierna di Lega serie A: per l'Aic è «prematuro parlarne»

342

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gli effetti della crisi del Coronavirus si fanno sentire con i mancati incassi. I club (incluso anche il Genoa) proveranno a tagliare gli stipendi: la Gazzetta dello Sport riferisce che oggi i presidenti ne parleranno nell’assemblea della Lega serie A. Ne ha parlato anche qualche giorno fa il presidente Figc a Radio 24. Le società partono dal presupposto che i giocatori, pagati per le loro prestazioni, non fanno alcuna attività: non si allenano e non disputano gare. L’eventuale taglio inciderebbe sul monte stipendi di tutto il campionato, pari a 1,3 milioni di euro. Il vicepresidente Aic Calcagno ha spiegato: «E’ prematuro parlare di stipendi: per ora con le varie componenti, dalla A alla Lega Pro, stiamo dicutendo dei danni che ci saranno all’interno del nostro sistema. Solamente dopo averli quantificati si potranno prendere delle decisioni. Per questo il taglio agli stipendi non è un argomento all’ordine del giorno».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.