Gazzetta dello Sport: psicodramma Genoa, vince l’Entella

Un Grifone con poca anima, sconfitto nel mini-derby (9-10)

857
Fonte: sito ufficiale Genoa CFC
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Finisce 9-10 e il risultato premia l’Entella. Una sorpresa non da poco per i chiavaresi – capaci di tener testa al Genoa per 90′, supplementari e ben sedici calci di rigore – che facendo loro un surreale derby ligure si sono guadagnati ieri sera gli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Roma. Era una partita particolare, tra due squadre imbottite di seconde linee per via dei decisivi impegni nei rispettivi campionati (domenica in casa contro la Spal per i rossoblù, biancazzurri reduci da 8 gare in 31 giorni). Il Genoa ha mostrato poca anima, sentenzia stamani La Gazzetta dello Sport, segnalando le idee confuse e l’amalgama incerto, cause dell’inattesa sconfitta e dell’esonero comminato al tecnico Ivan Juric. D’altro canto l’Entella ha messo in mostra uno spirito da anni Settanta, indomita e orgogliosa, capace di incunearsi tra i palesi limiti manifestati dai padroni di casa.

Imponderabile a Marassi. Prima l’eurogol di Icardi (20′), un destro al volo a beffar imparabilmente Marchetti, poi la reazione genoana sulle spalle di un Krzysztof Piatek implacabile dal dischetto (e un rigore chiesto dai rossoblù in seguito a un contatto in area ospite tra Lapadula e Zigrossi). Stesso copione nella ripresa, pure con Pandev in campo da trequartista: il polacco ha nuovamente ristabilito la parità dopo un nuovo vantaggio chiavarese firmato Icardi, ha colpito una traversa e un palo, Lapadula dagli undici metri illudeva il Grifone per il provvisorio 3-2 cui l’Entella ha posto rimedio sui minuti di recupero del secondo tempo supplementare. Nulla da fare, via alla lotteria con errore decisivo di Gianluca Lapadula. Psicodramma genoano, addio Grifone, l’Entella è in paradiso.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.