GAZZETTA DELLO SPORT – Panchina e società. Il futuro del Genoa in una settimana

Ballardini è sotto esame per la gara col Sassuolo. Per il nuovo ds si va verso una soluzione interna. Il closing per il cambio di proprietà previsto per il 22 ottobre

4294
Ballardini Genoa
Mister Davide Ballardini (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In sette giorni potrebbero cambiare diverse situazioni per il Genoa. La Gazzetta dello Sport oggi in edicola riporta che contro il Sassuolo serve un immediato riscatto dopo la sconfitta di Salerno contro una diretta concorrente per la salvezza: Ballardini è sotto esame, ma ha recuperato Criscito, Caicedo, Destro e Biraschi e i solo indisponibili sembrano Maksimovic e Vanheusden. Inoltre, intorno al 22 ottobre dovrebbe avvenire il passaggio delle quote societarie da Enrico Preziosi al fondo 777 Partners.

Poi c’è la questione direttore sportivo: Marroccu aveva lasciato l’incarico per motivi personali, sostituito da Carlo Taldo, ds della Primavera. Al momento, non si può escludere il rientro di Marroccu che incontrerà a breve la società: se non si raggiungesse unìintesa, il Grifone punterà su Taldo.

Intanto, i nuovi proprietari americani pensano al nuovo presidente rossoblù: l’idea non è quella di nominare un manager, ma una figura di autentica genoanità e legata ovviamente anche alla città di Genova. Il quotidiano riporta che oltre ai tanti nomi usciti in questi giorni c’è anche quello di Gianni Blondet, attuale vicepresidente, scelto dai tifosi nel sondaggio di Pianetagenoa1893.net.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.