GAZZETTA DELLO SPORT – Kallon: «Il mio primo gol per Gino Strada: la Sierra Leone gli dice grazie»

«Un grande uomo, il mondo intero deve dirgli grazie» ha affermato l'attaccante che ha segnato il gol decisivo col Perugia

2047
Kallon in gol (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Yayah Kallon ha ricordato Gino Strada: il giorno in cui l’attaccante del Genoa ha segnato il gol decisivo della vittoria contro il Perugia, è morto il celebre medico fondatore di “Emergency”. «Dedico a lui la mia rete decisiva contro il Perugia, anche se sono consapevole che non potrà essere certo abbastanza per ringraziare un medico che ha fatto moltissimo per il mio Paese, dove ha costruito ospedali importanti, curando centinaia di migliaia di persone e pure per tutta l’Africa, aiutandoci pure quando è scoppiata l’ultima epidemia di Ebola nel 2012. Sono molto triste per tutto questo».

Kallon, giunto in Italia su un barcone dalla Sierra Leone. ha ringraziato tutti: dal Genoa, a Luca Chiappino, Michele Sbravati, Carlo Taldo, Alessandro Zarbano, e l’avvocato Paolo Bordonaro, suo agente che «è diventato il mio papà italiano». Infine, un ringraziamento a Ballardini: «…è un buon maestro, con lui ho un buon rapporto. Mi trasmette fiducia, ed è continuo il suo invito a dare sempre il massimo in campo. Un allenatore molto serio, posso solo dirgli grazie per la sua partecipazione alla mia crescita e per quanto mi sta insegnando».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.