GAZZETTA DELLO SPORT – Fiducia e valori. Un Genoa senza timori che crede in se stesso

Il pareggio di Roma ha dato grande fiducia nell'ambiente rossoblù: Andreazzoli ha dato un'identità di gioco e squadra che mancava dai tempi di Gasperini

2163
Andreazzoli
Aurelio Andreazzoli (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il pareggio contro la Roma all’Olimpico ha dato grande fiducia nell’ambiente rossoblù, sottolinea stamane la Gazzetta dello Sport. Andreazzoli ha finalmente dato un’identità di gioco e squadra che mancava dai tempi di Gasperini: ora si attende la conferma nella gara del Ferraris di domenica prossima contro la Fiorentina. Però, niente proclami di vittoria e squilli di tromba: umiltà e concentrazione sono le parole chiave del Grifone. Il tecnico potrà contare su Pinamonti, il giovane centravanti che ha segnato il primo gol contro i giallorossi e ha dimostrato che l’idea del presidente Preziosi di schierarlo titolare in attacco non è stata azzardata. Inoltre, Kouamé si è sbloccato ed è tornato a segnare: dalla gara in trasferta con l’Empoli a gennaio che non accadeva.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.