Gasperini: «Non sarà  facile sostituire Milito e Motta, ma ci proveremo»

Il tecnico appare comunque molto fiducioso per il futuro

15
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Non possiamo negare che al momento senza Milito e Motta mi diventa diffcile pensare che siamo più forti. Al massimo è l’Inter che si è rinforzata. Noi speriamo di diventare più forti trovando le situazioni giuste grazie anche al lavoro. Questa sarà una bella scommessa ed un obiettivo per la prossima stagione». Parole e musica del tecnico di Grugliasco che ha poi aggiunto: «Nel primo anno a gennaio grazie alla cessione di Criscito alla Juventus sono arrivati poi Di Vaio, Gasparetto, Leon e Caraobbio che ci hanno permesso di raggiungere la Serie A. L’anno scorso poi grazie alla cessione di Borriello e Konko abbiamo ulteriormente rinforzato la squadra fino a conquisatre l’Europa. Quest’anno attraverso la cessione dei due gioielli cercheremo di rendere globalmente la squadra più forte, ma nell’undici non lo so. Perchè se ne prendi tre per uno, ne gioca sempre uno e chiunque giochi dei tre non è detto che sia a livelli di quelli che sono andati via. Comunque non sarà semplice trovare il Milito o il Motta della situazione, ma si cercherà di migliorare la squadra globalmente». Domenica però ci sarà la gara con il Torino, e già sono cominciate le polemiche: «Dispiace vedere due società gloriose come Torino e Bologna in quella posizione di classifica, ma non è di certo colpa nostra. Per quello che ci riguarda andremo a fare la nostra gara per cercare di conquistare matematicamente il quinto posto senza regalare nulla a nessuno. Insomma faremo il nostro dovere a pieno». Il tecnico rossoblù ha poi aggiunto: «Spero che contro il Lecce si possa festeggiare questa annata straordinaria con una bella festa».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.