Francesco Baccini: «I giocatori sono con Nicola, per lui daranno il massimo a Udine»

Il famoso cantautore genovese: «Adesso penso stia pagando la condizione di alcuni elementi, soprattutto a centrocampo. Criscito è in dubbio, Sturaro gioca ma non è in formissima»

731
Francesco Baccini (foto dalla sua pagina Facebook)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Nicola qui è una bandiera, è amatissimo perché anche da calciatore era uno che non si risparmiava mai e ha sempre dimostrato attaccamento alla maglia». Il famoso cantautore genovese Francesco Baccini ha raccontato ai microfoni di Udineseblog.it le sue sensazioni di tifoso a due giorni da Udinese-Genoa. Per Baccini il tecnico «doveva essere preso prima di Thiago Motta. Appena arrivato, ha rivitalizzato la squadra, ha rigenerato i calciatori, ha dato fiducia e gioco».

DIFFICOLTA’ – «Adesso penso stia pagando la condizione di alcuni elementi, soprattutto a centrocampo. Criscito è in dubbio, Sturaro gioca ma non è in formissima. Schöne è l’unico vero regista in un centrocampo molto fisico. Comunque lo spogliatoio è tutto con Nicola, credo che per lui daranno il massimo a Udine».

SCONTRO SALVEZZA –  «Io mi auguro solo che il Genoa riesca a muovere la classifica per tenere sotto il Lecce e allontanarsi da quella zona. E poi, il Genoa gioca meglio fuori casa. Il problema, è che in questo finale aveva ben 8 partite in programma a Marassi. Comunque a Udine mi aspetto già un altro Genoa: non possono più permettersi di non giocare bene».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.