Pippo Russo: il flusso di calciatori tra Genoa e Lugano. Il caso Zé Love

Il Grifone pagò oltre tredici milioni di euro al club svizzero tra il 2007 e 2013

3081
Preziosi Genoa
Il presidente del Genoa Enrico Preziosi (foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La seconda puntata dell’inchiesta a firma di Pippo Russo sui rapporti Genoa-Lugano di Enrico Preziosi continua con l’analisi del flusso di calciatori. Stavolta dalla Svizzera a Genova. Tutto iniziò con Carlo Polli che giocò al massimo con la Primavera rossoblù. Fu pagato 551.375 euro. Stesso discorso, ma con un corrispettivo di 768.750 euro, per Vincenzo Rennella, attaccante francese.

Pure Mattia Bottani e Michaël Perrier seguirono la rotta di Genova e del Genoa. Il primo fu pagato 550 mila euro (con tre premi di valorizzazione da 140 mila euro certificati dal bilancio al 31 dicembre 2011, 114.586 euro certificati dal bilancio al 31 dicembre 2012 e 53.759 certificati dal bilancio al 31 dicembre 2013.), il secondo addirittura 656.921 euro (più il premio di valorizzazione di 50mila euro pagato in due tranche).

Ma il più clamoroso trasferimento riguardò Zé Eduardo, o Zé Love. Il Genoa lo acquistò dal Lugano, come si evince dai documenti contabili, e non dal Santos. Costo dell’operazione 5,4 milioni di euro. E Cristóbal Jorquera fu acquistato dal Colo Colo? No, pure lui dal Lugano per 3 milioni di euro. E questo triangolo Genoa-Colo Colo-Lugano viene tirato in ballo negli anni successivi, quando il club cileno presentò una denuncia alla Fifa per i mancati pagamenti sul trasferimento di Jorquera.

A chiudere la lista dei calciatori che il Genoa prelevò dal Lugano è Massimo Bonanni. Ex Vicenza, Palermo, Lazio, Ascoli, Sampdoria, Bari e Pescara, Bonanni giocò col Lugano in Challenge League nella stagione 2011-12. L’estate successiva il Genoa lo acquistò per 1,45 milioni di euro. E immediatamente lo manda in prestito al Grosseto. Sei mesi, a gennaio 2013, Bonanni è di nuovo a Lugano.

La conclusione del giornalista di Calciomercato.com: “Il totale fa 13.328.470 euro. Pagati dal Genoa per calciatori targati Lugano fra il 2007 e il 2013. E tenendo conto del fatto che il budget del più ricco club di Challenge League non andasse allora oltre i 3 milioni di euro, se ne deve desumere che il Lugano sia una società che naviga nell’oro. O no?”.

Clicca qui per leggere la prima puntata

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.