La Gazzetta dello Sport: Figari, calottina rossoblù. Italia e Genoa nel cuore

«Andreazzoli top. L'ex Pavoletti è un amico, ora esulto come lui» spiega il pallanuotista

1742
Figari
Niccolò Figari (dalla sua pagina Twitter)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’è un’Italia campione del mondo. Un’Italia composta da ragazzi eccellenti che conoscono il significato della parola “sacrificio”. É l’Italia della pallanuoto, il Settebello di Sandro Campagna, iridato a Gwangju al termine di una finale epica contro la Spagna. Niccolò Figari, grande tifoso del Genoa, è uno dei principali componenti del roaster azzurro: «Andreazzoli è il grande acquisto del Grifone, Schöne poi è super. Il mercato del Genoa merita un 7,5 anche per conferma di Radu».

Figari, ora al Brescia, spiega l’amicizia con l’ex rossoblù Leonardo Pavoletti in un’intervista a La Gazzetta dello Sport: «Ci siamo conosciuti grazie al dottor Barbero che all’epoca era preparatore del Genoa e della Pro Recco. Pavoletti è un amico, esulto come lui per togliermi alcuni sassolini dalle scarpe».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.