Paradosso Ntcham: deludente nei derby a Genova, decisivo in Scozia

Il centrocampista del Celtic ha appena deciso l'Old Firm

1779
Olivier Ntcham, Celtic (Photo by Ian MacNicol/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Celtic 1 – Rangers 0”. “Olivier Ntcham fires Bhoys to Old Firm glory”. E ancora, si gioca sui titoli: “Ntchampions“. La Scozia s’è definitivamente innamorata di Jules Olivier Ntcham, il 22enne che dopo il passato opaco al Genoa ha trovato linfa vitale a Glasgow, in cui mostrare finalmente il talento che il Manchester City aveva intravisto salvo lasciar andare ai rossoblù. Non fu una parentesi fortunata per il francese, pagato dal Grifone 500mila euro per un prestito biennale infruttuoso: 17 presenze al primo anno con Gasperini, 20 nella stagione successiva, il 2016/17, tra Juric e Mandorlini. E se il rendimento dell’ex numero 10 è migliorato, tre reti e un assist che complessivamente hanno fruttato alla causa 10 punti aurei in ottica salvezza, il Grifone non ha voluto confermarlo. Colpa forse dell’errore, divenuto virale, nella stracittadina della Lanterna in cui concedette un lasciapassare a Muriel. Un passaggio in orizzontale eletto a simbolo di un’annata certamente travagliata che il tifo rossoblù prova a dimenticare ancor adesso con la cura ballardiniana.

Detto di Olivier, in Scozia la sua avventura va a gonfie vele. Titolare nei biancoverdi di Glasgow, 5 reti in 26 presenze di Scottish Premiership lo scorso anno, quest’estate l’ha visto protagonista delle qualificazioni sia in Champions che Europa League: i ragazzi di Brendan Rodgers sono stati declassati per mano dei greci dell’AEK Atene ma Ntcham è andato comunque due volte a segno. E poco fa, imperioso, ecco il suo sigillo in contropiede nell’Old Firm, il derby di Glasgow, la bilancia calcistica di una rivalità tra le più sentite al mondo. Dopo quattro pali i Bhoys l’hanno avuta vinta, hanno inflitto a Steve Gerrard un brutto colpo e devono ringraziare l’uomo che nei derby finora giocati (a Genova, tra 2016 e 2017) aveva deluso più di tutti. Una rivincita non da poco per Ntcham.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.