ESCLUSIVA PG – Collovati: «Da tifoso sacrificherei Martinez o Frendrup e terrei Gud»

«Ma faccio il dirigente, quindi valorizzo il giocare e lo do via, quindi ti direi Albert» spiega l'ex difensore del Genoa e campione del mondo 1982. E aggiunge: «Riscatterei Vitinha e Spence, non farei restare Ekuban»

Genoa Collovati
Fulvio Collovati

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Settantadue presenze con la maglia nel Genoa nel suo finale di carriera, da campione del mondo nel 1982 con l’Italia allenata da Enzo Bearzot: Pianetagenoa1893.net ha incontrato Fulvio Collovati, richiesto da Franco Scoglio, che ha vestito per quattro stagioni in serie A la maglia del Grifone portando in alto i suoi colori anche durante la meravigliosa esperienza in Coppa Uefa nel 1991-1992. Un quarto posto in campionato e le semifinali di Coppa Uefa sono stati i suoi obiettivi raggiunti nel Genoa.

Il Genoa è pronto a ripartire dal suo condottiero: Alberto Gilardino. Il mister della promozione prima e della tranquilla salvezza poi. Un suo commento

Aver confermato Gilardino è un ottimo colpo, c’era il rischio che poteva non restare. Gilardino ha capito che il Genoa è una piazza importante,io ci ho lasciato il cuore e bisogna fare un passo alla volta. È una garanzia il fatto che sia rimasto. Le squadre vanno migliorare,ripetersi è difficile,ha ragione il mister: sai come giochi,la squadra va rinforzata. Poi bisogna vedere se resta Albert. Se lo tieni è un rinforzo,se non lo tieni devi trovare uno forte o cambiare modulo ed avere altre alternative

Per essere più competitivi dove la dirigenza del Genoa dovrà intervenire sul mercato?

In mezzo al campo serve qualità. Ho dubbi che resti Albert viste le tante richieste, con i soldi ricavati puoi  prendere altri giocatori. Se ti riprendi ad esempio in difesa Dragusin in prestito, considerato che ha trovato poco spazio al Tottenham, sarebbe un ottimo rinforzo, ma io lavorerei per rinforzare il centrocampo. L’attacco deve restare così ed è forte se non va via Albert. Servono a mio modo di vedere anche un paio di centrocampisti di corsa.

“Riprenderei in difesa Dragusin

in prestito dal Tottenham”

Dragusin Genoa
Radu Dragusin (foto di Genoa CFC Tanopress)

Retegui in Nazionale, avrà la possibilità di fare bene per fare una stagione da protagonista nel Genoa il prossimo anno. Un suo commento.  

Mateo è partito bene, poi si infortunato e si è perso per qualche mese. Avere attaccanti in doppia cifra significa garantirsi la salvezza. Poi dopo ci sono giocatori che ti fanno fare il salto di qualità. È forte Retegui ma Scamacca parte in pole per giocare per gli europei secondo me. Retegui ha fatto un girone di andata da sette e mezzo, mentre il ritorno da sei. Direi un 6.5 ma mi aspetto di più per la prossima stagione. Un attaccante deve giocare a tutto campo e cercarsi il pallone,costruire azione e ripartire. Ad esempio come Lautaro Martinez.

Collovati, meglio sacrificare Albert, Martinez o Frendrup?

Se devo fare il tifoso ti direi gli ultimi due o uno dei due e non Albert. Ma faccio il dirigente, quindi valorizzo il giocare e lo do via, quindi ti direi Albert. I fondi stranieri che ormai hanno acquisto buona parte dei club del nostro campionato devono valorizzare il prodotto e la società: quindi prendere per poi vendere il giocatore più forte.

Albert Gudmundsson (Foto Genoa cfc Tanopress)

Spence e Vitinha: li riscatterebbe entrambi? Gila ha detto che vorrebbe il riscatto di Vitinha. Poi c’è anche da Ekuban in scadenza, che ha fatto bene e gode della fiducia di Gilardino 

Se devi fare una scelta riscatterei Vitinha e Spence, non farei restare Ekuban. Occorre pescare bene all’estero i giocatori, un giocatore sconosciuto ci vuole. Guarda ad esempio l’Atalanta, quanti giocatori presi in giro per il mondo, fatti crescere e rivenduti a peso d’oro.

Collovati
Fulvio Collovati nel Genoa 1989-1990 (Da Campioni & Campionato 90/91, Milano, De Agostini. Tratta da Wikipedia)

Genoa Pianetagenoa1893.net Gilardino Gudmundsson Whatsapp

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.