ESCLUSIVA PG, Alessandro Rossi: «Ho trovato i ragazzi rossoblù in buona condizione fisica, vogliono tutti riprendere a giocare»

Il massaggiatore di fede genoana: «I principali rischi della ripresa del campionato? Sicuramente gli infortuni. Non mi sorprenderebbe un loro aumento».

1085
Rossi Genoa
Alessandro Rossi, Fisioterapista tifosissimo del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In occasione della ripresa del campionato, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il massaggiatore tifosissimo del Genoa, Alessandro Rossi, per parlare della condizione dei giocatori e dei possibili rischi nei quali possono incorrere ritornando a giocare dopo poco più di due mesi di allenamenti in casa.

Dopo settimane di incertezze, il campionato è in procinto di riprendere. Qual è l’umore in casa Genoa?

«L’umore, per quello che ho potuto vedere e sentire, è positivo. Devo ammettere che io sono di quelli che avrebbero voluto l’interruzione. Purtroppo non è così, quindi finiamolo. I ragazzi vogliono ripartire, anche se il fatto di aver avuto quest’interruzione in un momento in cui giravano le cose è stato deleterio».

Cosa ne pensa della riapertura degli stadi a porte chiuse?

«Il discorso è questo: sarò banale, ma il calcio deve essere con gli spettatori. A porte chiuse ci perde lo spettacolo. Il discorso spettatori è troppo importante per questo sport, non c’è paragone».

Lei è massaggiatore di fede rossoblù. Com’è cambiato il suo lavoro dopo le nuove norme sanitarie?

«Diciamo che un po’ è cambiato in negativo: gli appuntamenti sono minori rispetto a prima. Circa un 50% in meno. C’è stato un forte calo, prevedibile, ma c’è stato».

In che condizione ha trovato i ragazzi rossoblù?

«Li ho trovati in buona condizione, pronti a ripartire. Secondo me possono riprendere bene».

Adesso i giocatori sono chiamati a disputare partite in piena estate, sebbene nelle ore più fresche, dopo poco più di due mesi di allenamenti in casa. Quali sono i principali rischi in cui possono incorrere? Dobbiamo aspettarci un aumento degli infortuni?

«Sicuramente gli infortuni saranno un forte problema. C’è il rischio di un aumento degli infortuni, perchè ovviamente allenarsi in casa non è come fare un allenamento tutti insieme al campo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.