Ed ecco a voi…la 12a puntata di Belin che Calcio

Il direttore di pianetagenoa1893.net, Marco Liguori, racconta il primo Atlanta-Genoa del 1938

543

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ecco la 12a puntata del rotocalco sportivo tv  sul calcio di tanti anni fa “Belin che Calcio”, ideato e condotto da Marco Benvenuto e Franco Ricciardi, che in questo appuntamento avranno in studio assieme a loro la brava Alexia Brancato.
Ecco cosa vedremo, tra le altre cose, in questa puntata:
– secondo appuntamento con l’anchorman Carlo Barbero,  che prosegue nel racconto dei suoi ricordi blucerchiati degli anni ’80 e ’90.
– i due conduttori analizzeranno le figurine panini dell’anno 1975-76, con un occhio di riguardo per Sampdoria e Genoa.
– l’atteso appuntamento con il giornalista Giovanni Giaccone, che cura una delle rubriche più gradite dai nostri ascoltatori. Questa volta  parla di un’altra squadra rivelazione, il Napoli.
– le foto ed i post più visti sulla pagina Facebook “Belin che Calcio”: nell’ultima settimana su tutti la foto del grande capitano blucerchiato degli anni ‘60 Gaudenzio Bernasconi, che ha avuto oltre 6.500 visualizzazioni.
– altro appuntamento ormai storico ed attesissimo, quello con l’artista Alex Di Diesti, che ogni settimana prepara due caricature con protagonisti due ex calciatori di Sampdoria e Genoa.
– un servizio extra calcio: quando dagli anni ‘30 e sino al 1961 in  Corso Italia  a Genova si correva il ”Circuito della Superba” di automobilismo e motociclismo.
– la consueta telefonata con il mondo rossoblu, e precisamente con il direttore di pianetagenoa1893.net Marco Liguori sul primo Atlanta-Genoa del 1938.
– un video storico, messo in onda grazie al giornalista ed amico Michele Corti, sulla storia del Genoa, con immagini d’epoca.
– l’atteso momento con Guido Pallotti di Sampdorianews, che ci racconta episodi simpatici della Sampdoria di tanti anni fa.
In studio, come già detto, Marco Benvenuto, Franco Ricciardi ed Alexia Brancato, con la consulenza tecnica di Michela Fanti Cazzola.
Insomma, una puntata tutta da vedere!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.