E’ morto Gigi Proietti, il grande mattatore

L'attore romano è deceduto oggi, giorno del suo compleanno, per una crisi cardiaca. Era un grande tifoso della Roma

797

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gigi Proietti ci ha lasciato stanotte. Il grande attore era nato a Roma proprio oggi, il giorno della sua morte, in cui avrebbe festeggiato l’ottantesimo compleanno. Era un “one man show”, un mattatore, forse uno degli ultimi del mondo dello spettacolo italiano, che sapeva reggere perfettamente a lungo la scena, regalando risate ed emozioni ai suoi spettatori. Il ricordo va a “A me gli occhi please”, spettacolo di fine anni ’70 ripreso anche dalla Rai, con una raffica di scenette e battute dissacranti. Nel cinema, la sua performance indimenticabile è quella di “Febbre da Cavallo”. In tv, la fiction “Il Maresciallo Rocca”: ma l’elenco sarebbe riduttivo, Proietti spaziava dal teatro, al cinema alla televisione senza soluzione di continuità. Proprio mercoledì scorso era nel programma di Alberto Angela su Maria Antonietta su Rai 1 a raccontare la vita e le ultime ore della regina di Francia. Proprio domenica prossima la Roma, squadra di cui era tifoso sfegatato, incontrerà il Genoa al Ferraris: ci piace immaginare il grande Gigi che dal terzo anello del Ferraris assisterà alla partita assieme a Fabrizio De Andrè e a tanti altri tifosi genoani e romanisti.

Lo vogliamo ricordare con alcuni video tratti da You Tube, a cominciare proprio da una barzelletta sullo stadio che sapeva raccontare con grande maestria. E non possono mancare due sue mitiche scene da “Febbre da cavallo”. Addio Gigi!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.