CorSport, Pinamonti tra Piatek e grandi responsabilità

L'attaccante scuola Inter chiamato a far bene al Genoa

1738
Pinamonti in azione contro il Val Stubai (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Christian Kouamé lo conosceva già, vista la comune militanza nella Primavera dell’Inter. Andrea Favilli l’aveva incontrato ma da avversario, nei mini-derby d’Italia quando l’attaccante pisano fece parte dell’organico juventino. Antonio Sanabria è un compagno di reparto con cui s’è creato un buon rapporto, al pari di Goran Pandev con cui condivide la stanza. Il borsino relazionale di Andrea Pinamonti spazia e va a toccare pure Krzysztof Piatek: «Potrei firmare subito per rifare quel che ha fatto lui» ha ammesso sorridendo il nuovo numero 9 rossoblù, ripreso stamani dal Corriere dello Sport.

«So di avere una bella responsabilità ma è un aspetto stimolante. Poi mi piace essere sotto pressione in una piazza importante come Genova, con tifosi esigenti e una società che vuol far bene» ha continuato la punta scuola Inter, reduce da una stagione in prestito al Frosinone e ora militante nelle fila del club più antico d’Italia: «Quello a cui punto è una stagione importante, l’anno scorso al mio primo anno in A ho segnato 5 gol e c’è stato il Mondiale che è andato molto bene. Voglio migliorare sicuramente il mio score per fare un altro passo avanti nella mia carriera. Siamo un bel gruppo e possiamo fare bene». E se il buongiorno si vede dal mattino, la tripletta di Pinamonti contro i dilettanti dello Stubai – conclude il quotidiano sportivo romano – è tutto un programma.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.