CorSport, Piatek promuove il Genoa in vista del campionato

Il Genoa lancia il suo grido di sfida alla Serie A

1113
Piatek gol Genoa
Piatek festeggiato dai compagni (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Con le quattro reti di ieri contro il Lecce dell’ex Fabio Liverani, in Coppa Italia, Krzysztof Piatek ha ulteriormente dato prova di come gli uomini mercato del Genoa ci avessero visto giusto. Non paghi delle 21 marcature segnate dall’attaccante polacco in patria, nell’Ekstraklasa, ecco pure le 12 esultanze del classe 1995 nel precampionato e il poker di ieri sera. Visibilio e storia, visto che mai nessuno era riuscito in Coppa Italia a entrare per quattro volte nel tabellino in 90′. Krzysztof ne ha impiegati soli 39′, e dopo aver esaltato nella pre-season s’è prepotentemente candidato a ricevere sulle sue spalle i galloni da titolare.

Pertanto, il Corriere dello Sport segnala la crescita collettiva della squadra misurata in termini di avvicinamento al campionato: chiaro che affrontare il Lecce in casa al Ferraris non sia come l’ospitata a San Siro contro il Milan, al primo turno di campionato, però mister Ballardini ha comunque note liete da cui partire. Il 3-4-1-2 sembra funzionare a meraviglia, ad esempio, perché partendo dalle caratteristiche di Pandev e Kouamé ha sfruttato alla perfezione le folate di Lazovic e Criscito mettendo in condizione Piatek di poter infierire sugli evidenti limiti difensivi del Lecce. Difficile chieder di più, in una gara tutto sommato tranquilla per Marchetti, se non una minima concessione: il passaggio al 3-5-2, coperto e ordinato, con la variabile Bessa sulla trequarti per compattare le linee e permettere a Pandev di presentarsi davanti a Vigorito. Non ci sono state più reti, nel traffico di un campo allungato, in una gara già chiusa dopo manco un tempo. E il Genoa lancia il suo grido di sfida alla Serie A.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.