CORRIERE DELLO SPORT – Il dossier stadi ignorato da Spadafora

La Lega serie A aveva presentato al ministro dello Sport un progetto per ristrutturare gli stadi. In particolare sono interessati 12 club: Genoa, Inter, Milan, Roma, Napoli, Cagliari, Atalanta, Sampdoria, Fiorentina, Bologna, Parma, e Brescia

574
Anzalone Genoa Ferraris Marassi stadio Luca Maestripieri

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Due settimane fa la Lega serie A aveva presentato in videoconferenza col Ministro dello Sport il piano di rilancio per gli stadi italiani. Secondo il Corriere dello Sport oggi in edicola, Vincenzo Spadafora non l’ha presa in considerazione: non era una priorità, occorreva discutere della ripresa del campionato. Il documento è stato presentato dai legali dello studio Chiomenti e dall’avvocato Giulio Napolitano (figlio di Giorgio, ex presidente della Repubblica). In particolare sono interessati 12 club: Genoa, Inter, Milan, Roma, Napoli, Cagliari, Atalanta, Sampdoria, Fiorentina, Bologna, Parma, e Brescia. Lo studio propone anche alcune soluzioni per eliminare i ritardi burocratici e la revisione dei vincoli storici per alcuni impianti, come il “Ferraris” di Genova e il “Franchi” di Firenze. Secondo l’ultimo report della Figc, il riempimento medio degli stadi italiani è del 62%, contro il 95% della Premier e il 91% della Bundesliga: sono stati persi 188 milioni di potenziali ricavi.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.