CORRIERE DELLO SPORT – Contratti da prolungare, i dubbi dell’Aic: «Perché il saldo solo il 31 agosto?»

L'Assocalciatori non firma l'accordo con le tre Leghe poiché il controllo degli stipendi di marzo e aprile doveva essere fissato al 15 luglio

287

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non c’è intesa tra l’Aic, le tre Leghe professionistiche e la Figc sull’accordo del prolungamento dei contratti dei calciatori e degli allenatori al 31 agosto. Motivo? Il Corriere dello sport riporta che l’Assocalciatori non firma l’accordo con le tre Leghe poiché il controllo degli stipendi di marzo e aprile doveva essere fissato al 15 luglio e invece sarà spostato al 31 agosto. Il rischio è che serviranno accordi singoli con i club per la prosecuzione per altri due mesi.

Il quotidiano riporta anche che domani Lega serie A e le tv firmeranno l’accordo per l’anticipo della messa in onda degli hightlights: alle 21:30 sulla Rai, alle 23:45 su Mediaset. Invece l’Antitrust ha bocciato la trasmissione in chiaro di Verona-cagliari e Atalanta-Sassuolo.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.