CORRIERE DELLO SPORT – Con prestiti e svincolati un patto per due mesi

La stagione si chiuderà il 31 agosto, ma i contratti scadono il 30 giugno: i giocatori scenderanno in campo solo per il club attuale, ma occorre un'intesa tra tutte le parti

1537
Perin Ibrahimovic Genoa
Perin para il colpo di testa di Ibrahimovic (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Stabilita la data di ripresa dei campionati di serie A e B al 20 giugno, il mondo del calcio è al lavoro per sistemare la questione dei contratti dei calciatori in scadenza al 30 giugno. Ad esempio, il Genoa rischierebbe di veder tornare ai club di partenza Perin, Soumaoro, Sanabria, Romero. La stagione, sottolinea il Corriere dello Sport in edicola, è stata prolungata sino al 31 agosto: nel prossimo Consiglio Federale dovrebbe essere approvata una “raccomandazione stringente” affinché siano prolungati i prestiti e i contratti in scadenza, in modo da non creare problemi agli organici. Inoltre, il quotidiano riporta che la Lega serie A potrebbe approvare un documento che impegni tutti i club a considerare validi i prestiti sino al 31 agosto. Occorrerà però siglare gli accordi individuali con i calciatori sulla parte economica per coprire i due mesi aggiuntivi: l’Aic ha aperto per un accordo, accettando che la stagione attuale sarà di 14 mesi mentre la successiva durerà 10 mesi. Occorrerà comunque una trattativa complessiva per poter mettere il tutto nero su bianco.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.