Corriere dello Sport, al 43′ l’omaggio azzurro a Ponte Morandi

A quasi due mesi, la Nazionale in visita a Genova

233
Minuto 43 di Italia-Ucraina, parte la commemorazione dei morti di Ponte Morandi al Ferraris (Foto da Rai 1)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Le squadre si stringono intorno alla città di Genova e ricordano le 43 vittime del crollo di Ponte Morandi”. Lo speaker del Luigi Ferraris ha anticipato così, al minuto 43 dell’amichevole tenutasi ieri a Marassi, il minuto di silenzio dedicato alla strage di Ponte Morandi che ferì Genova ormai il 14 agosto. Italia prossima a battere un calcio d’angolo proprio attaccando verso la Nord, ma poco importava: un momento certamente toccante è calato su Genova, accompagnando le lacrime sul viso dei parenti delle 43 vittime, seduti a pochi metri di distanza dai 600 sfollati abitanti l’oggi inaccessibile zona rossa.

Una quarantina di secondi d’applausi scroscianti, tutti in piedi, settore ospiti – occupato dai tifosi ucraini – compreso. Il crollo del viadotto sul Polcevera ha indelebilmente segnato il capoluogo ligure, solamente in minima parte rincuorato dalle parole del vice premier Di Maio (che ha annunciato l’arrivo di 50 milioni per gli sfollati e la cassa integrazione per i 2500 lavoratori della zona rossa) e dalla visita della nazionale. Anche nel 2014 gli Azzurri avevano mostrato la loro vicinanza a Genova, allora colpita dall’alluvione, così ieri sera una semplice amichevole è stata caricata di significato dal punto di vista emotivo.

Il pari importa fino a un certo punto, si legge stamani sul Corriere dello Sport. Forte la rappresentanza istituzionale, tra il commissario straordinario della Figc Fabbricini e il commissario straordinario per la ricostruzione del ponte (il sindaco di Genova, Marco Bucci), il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e vari nomi noti al calcio nostrano come Costacurta, Uva, Rivera. Non sono mancate le parole di Massimo Ferrero (“Di Maio, Salvini, Conte, dai rifamo sto ponte”), così come Osti e Romei per la Sampdoria e Perinetti e Donatelli per il Genoa. E da ieri un nuovo ostacolo – l’allerta meteo – ha impedito il prosieguo dei lavori su Ponte Morandi…

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.