CORRIERE DELLA SERA – Preziosi: «Il calcio rischia di fallire, stadi aperti per tutti i tifosi che hanno il green pass»

Il presidente del Genoa: «Le limitazioni sul pubblico uccidono i club»

3186
Preziosi Genoa
Il presidente Enrico Preziosi (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In un’intervista al Corriere della Sera oggi in edicola, Enrico Preziosi lancia il grido di dolore del mondo del calcio. «Senza pubblico negli stadi e forme di aiuto dal Governo, il Chievo potrebbe non essere un caso non isolato. I bilanci di molte società sono a rischio». Il presidente del Genoa si chiede: «Perché nei bar e nei ristoranti si può entrare senza limitazioni e in uno stadio no? Il calcio può essere un veicolo per convincere i no vax».

50% capienza stadi – «In pratica in quasi tutti gli stadi d’Italia saremmo costretti, se la normativa venisse confermata, a occupare un seggiolino ogni quattro, aprendo di fatto gli impianti per il 25 per cento della capienza. Con queste imposizioni avviare la campagna abbonamenti o vendere i pacchetti hospitality è impossibile. Io ho pure il rammarico di aver appena investito cifre ingenti per ammodernare Marassi».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.