Correva l’anno 2013: un tiro mancino di Diamanti permise a Pioli di mangiare il panettone e lo rese indigesto al Vecchio Grifone

La cronaca dell'unico precedente alle 12.30 tra Bologna e Genoa al Dall'Ara, terminato con la vittoria dei Felsinei per 1-0

392
Il gol di Diamanti in Bologna-Genoa 2013
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non ci fosse stato al “Campo delle Officine Meccaniche” di Milano domenica 9 agosto 1925 il decisivo spareggio per il titolo di campione della Lega del Nord, iniziatoa porte (semi)chiuse” alle ore 7,10 (i felsinei si aggiudicarono per 2-0 l’incontro che spianò loro la strada per la conquista di quel famigerato campionato dall’esito finale prossimamente riesaminato), la partita Bologna-Genoa di domenica 22 dicembre 2013 sarebbe quella con l’orario più precoce” (era l’anticipo delle ore 12,30) nelle sfide tra le due squadre.

Quel giorno la meritata vittoria per 1-0 dei padroni di casa (il Genoa si fece vivo solamente con un colpo di testa di poco alto di Thomas Manfredini su cross dalla destra del croato Sime Vrsaljko al 3′ della ripresa) permise di mangiare il panettone al loro allenatore Stefano ”the Normal One” Pioli, che, però, sconfitto nel successivo turno, all’Epifania, per 0-2 a Catania, dovette cedere la panchina dei petroniani a Davide “zio Balla” Ballardini sr., che non riuscì a salvare la squadra, facendo peggio del suo predecessore (se il tecnico emiliano aveva raccolto 15 punti in diciotto partite, quello romagnolo ne sommò 16 in venti).

Il Bologna ebbe un paio di occasioni da rete per tempo: nel primo, al 5′, un colpo di testa di Cesare Natali su punizione battuta dalla tre quartidi sinistra da AlessandroAlinoDiamanti, sfiorò il palo destro della porta degli ospiti e, al 29′, il greco (nato nella capitale albanese, Tirana) Panagiotis GeorgiosGkergkiKone, sfruttando unaspizzatadi Davide DadoMoscardelli, impegnò con un diagonale di destro al volo MattiaAironePerin in una non facile respinta in tuffo; nel secondo, al 12′, Diamanti segnò la rete della vittoria con un angolatissimo tiro di sinistro da ventitré metri circa alla sinistra di Perin vanamente protesosi in tuffo e Moscardelli, al 21′, con unasforbiciatavolante di destro a schiaffosu cross dallatre quarti” di destra di Kone si vide negare il raddoppio da una pronta deviazione con la mano destra sopra la traversa del portiere di Latina.

TABELLINO

Bologna, domenica 22 dicembre 2013, Stadio “Renato Dall’Ara”, ore 12,30

Bologna-Genoa 1-0 [XVII giornata del Campionato Italiano 2013/2014]

Spettatori: Ventimila circa

Arbitro: Massa [Imperia]

Marcatore: Diamanti al 12’ del 2° tempo

Empoli (3-4-1-2): 1 Curci; 8 Garics, 14 Natali, 22 Mantovani; 33 P. Kone, 4 Krhin, 15 D. F. Perez, 3 Morleo; 23 Diamanti; 10 Moscardelli (dal 40’ del 2° T.: 75 J. A. Crespo), 99 Cristaldo (dal 32’ del 2° T.: 12 Acquafresca). Allenatore: Pioli

Genoa (3-4-3): 1 Perin; 3 Antonini, 5 Gamberini, 21 T. Manfredini; 20 Vrsaliko (dal 19’ del 2° T.: 18 Fetfatzidis), 8 Biondini, 27 Matuzalém, 91 Bertolacci (dall’11’ del 2° T.: 14 Cofie), 13 L. Antonelli jr.; 77 Konate, 11 Gilardino (dal 31’ del 2° T.: 16 Calaiò). Allenatore: Gasperini

Stefano Massa

(membro del Comitato Ricerca e Storia del Museo della Storia del Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.