Correva l’anno 1960: il presidente Gadolla rassegna le dimissioni

Si aprì un lungo periodo di commissariamento della società che finirà solo nel 1963 quando massimo dirigente rossoblù diventerà Giacomo Berrino

508

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Correva l’anno 1960: il 7 maggio il presidente del Genoa Fausto Gadolla rassegna le proprie dimissioni dopo circa un anno e dieci mesi di presidenza. Si apre così un lungo periodo di commissariamento della società che finirà solo nel 1963 quando massimo dirigente rossoblù diventerà Giacomo Berrino, anche se in realtà la nomina doveva essere di Edoardo Garrone, già nel Direttivo, che aveva accettato l’offerta, ma che scomparve all’improvviso. La decisione di Gadolla era arrivata dopo la retrocessione del Genoa, che si sarebbe potuta evitare con qualche acquisto più mirato ed importante. Le cronache del tempo raccontano anche di un incontro tra il presidente rossoblù e l’asso magiaro Puskas. Non se ne fece nulla per l’ingaggio troppo alto richiesto dal giocatore.

Tratto da “Accadde domani… Un anno con il Genoa” di Aldo Padovano – Editore De Ferrari

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.