Correva l’anno 1957: una rete di Barison a Ferrara ridiede ossigeno al Genoa

Il Grifone, ultimo in classifica, conquistò un prezioso pareggio contro la Spal

248
Paolo Barison (Magliarossonera.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tra il derby sospeso domenica 20 ottobre 1957 dall’arbitro Pietro Bonetto di Torino dopo 186 secondi e 3 decimi di gioco e quello recuperato venerdì 1° novembre agli ordini del signor Raoul Righi di Milano e vinto 3-1 in rimonta, il Genoa del nuovo tecnico Annibale «il Dottor Sottile» Frossi, subentrato a Renzo Magli sr., che aveva ottenuto un solo punto nelle prime sei partite, dovette affrontare l’impegnativa trasferta a Ferrara. La partita, non certo bella, vide una prevalenza di attacchi della S.P.A.L., a cui gli ospiti seppero non di rado controbattere (in particolare, sarebbe stato meritevole al 17’ del primo tempo della massima punizione l’atterramento in area di rigore di Amleto Frignani da parte di Guglielmo «Nini» Costantini, su cui sorvolò il signor Cesare Jonni di Macerata).

Il risultato venne sbloccato al 4’ della ripresa da un non irresistibile diagonale di Guido Macor (nel precedente campionato nelle fila del Genoa in prestito) da una ventina di metri, che trovò non pronto alla parata in tuffo il portiere Adolfo Franci, il quale compì in quell’occasione l’unico errore nella sua altrimenti ottima partita. Nonostante la disastrosa posizione in classifica, i rossoblù, che avevano iniziato l’incontro ultimi in classifica con quattro punti di distacco – a fronte di una partita in meno disputata – dal plotoncino composto da Torino, Bologna, Milan ed Atalanta, non si demoralizzarono e trovarono la forza di reagire, sfruttando al 33’ una punizione dalla destra di Amleto «Angelo» Frignani, con un colpo di testa vincente di Paolo «Paolone» Barison e sfiorando la vittoria allo scadere con un’imperiosa ripartenza delll’uruguayano Julio César «el Pardo» Abbadie Gismero, il quale, dopo aver scartato mezza squadra avversaria, offrì il pallone a sinistra a Frignani, la conclusione del quale lambì il palo sinistro della porta difesa da Renato Bertocchi.

TABELLINO

Ferrara, domenica 27 ottobre 1957, Stadio “Comunale”, ore 15,00

S.P.A.L.-Genoa 1-1 [VIII giornata del Campionato Italiano di Serie A 1957/1958]

Arbitro: Jonni [Macerata]

Spettatori: Quattordicimila circa

Marcatori: nel 2° tempo Macor (S) al 4’, Barison (G) al 32’

S.P.A.L.: 1 Bertocchi, 2 Del Frati, 3 Costantini, 4 A. Villa, 5 Ferraro, 6 Dal Pos, 7 G. C. Vitali, 8 Sandell, 9 Macor, 10 Zaglio, 11 Prenna. Allenatore: Tabanelli I.

Genoa: 1 Franci, 2 Viciani, 3 Becattini II sr., 4 Leopardi, 5 Carlini, 6 L. Delfino, 7 Frignani, 8 Abbadie, 9 A. Corso, 10 Leoni, 11 Barison. Allenatore: Frossi.

Note: nel 2° T si infortunano e poi si spostano rispettivamente all’ala sinistra e all’ala destra, fornendo un contributo limitato, Macor (S), all’8’, e Leopardi (G), al 18’.

Stefano Massa

(membro del Comitato Ricerca e Storia del Museo della Storia del Genoa)

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.