Claudio Testoni: «Il Genoa deve credere nella salvezza»

L'indimenticato "Ruspa" a Primocanale: «Le parole di Nicola sono perfette: tiriamo fuori l'orgoglio genoano perché la situazione, è inutile negarlo, è bruttissima»

558
Testoni Genoa
Claudio Testoni (dalla sua pagina Facebook)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Le parole di Nicola sono perfette: tiriamo fuori l’orgoglio genoano perché la situazione, è inutile negarlo, è bruttissima, ma occorre crederci». Claudio Testoni ha iniziato così il suo intervento a “Gradinata Nord” su Primocanale: approva l’incitamento su Facebook dell’allenatore rossoblù alla squadra. «Ho letto i commenti di molti tifosi – prosegue l’indimenticato “Ruspa” – che ci credono ancora alla salvezza. Non è facile vedere sempre stravolta ogni anno questa squadra, con diversi allenatori ed è difficile mettere una formazione valida: quando si riesce a fare qualcosa di buono, lo si rompe e si ricomincia. Non è facile andare avanti così». E aggiunge: «Ricordo che quando accadeva un cambio di allenatore, mi occorrevano cinque-sei partite per entrare in forma e capire i nuovi schemi». E conclude: «Mi auguravo che il Genoa di Gasperini, quello con Iago Falque e altri buoni giocatori, fosse durato almeno cinque sei anni per portare in alto il Grifone». Domani alle 18 Testoni sarà al Museo al Porto Antico di Genova per l’iniziativa della Fondazione Genoa di rievocazione dell’era Fossati.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.