Claudio Maselli a Primocanale: «Sono preoccupato, nel Genoa manca la voglia di non mollare mai»

L'ex giocatore e tecnico rossoblù: «Chi ha vissuto nel Genoa sa che sono più i momenti difficile che quelli di felicità: è così dal 1893 e non da ieri»

2573
Maselli
Claudio Maselli
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Forse è mancato un po’ di spirito, è comunque una squadra che può fare un campionato diverso». In collegamento con “Gradinata Nord” in onda su Primocanale, Claudio Maselli ha spiegato cosa potrebbe essere accaduto al Genoa nelle ultime tre gare: un solo punto raccolto che lo ha trascinato al terzultimo posto. «Ci sono determinati piccoli episodi – prosegue l’ex giocatore e allenatore rossoblù – che fanno pensare a qualcosa che non funzioni a livello di spirito genoano. Ad esempio, il terzo gol a Cagliari, anche se non determinante, è stato clamoroso: i due giocatori sardi hanno percorso 40-50 metri senza che nessun giocatore del Genoa li avesse contrastati».

Maselli è preoccupato per questo andazzo? «Francamente sì, sono preoccupato. Lo spirito di gruppo e quello di non mollare sono fondamentali in una squadra di calcio. Chi ha vissuto nel Genoa sa che sono più i momenti difficile che quelli di felicità: è così dal 1893 e non da ieri».

L’ex tecnico del Grifone conclude: «Per salvarsi occorrono i gol: per ora non c’è una cifra che possa farti sentire tranquillo. E poi c’è una difesa che ha subito troppi gol».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.