Chiappino: «Tre punti contro una grande squadra»

Il tecnico della Primavera rossoblù: «Giusto riprendere. Stiamo seguendo un protocollo anti-contagio severissimo, con tamponi ogni 48 ore»

1036
Chiappino Genoa Primavera
Mister Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Finisce 2-1 la sfida di Primavera 1 tra Genoa e Fiorentina. Al termine del match, i microfoni di Pianetagenoa1892.net hanno raggiunto il tecnico rossoblù Luca Chiappino. Ecco le sue dichiarazioni:

 

«Si, era molto importante fare bene e abbiamo ottenuto un risultato contro una grande squadra. Possiamo dire che è stata come la prima gara contro la Spal. Siamo stati bravi a creare, a passare in vantaggio e a ritrovare il gol dopo il pareggio. Il nostro portiere ha fatto una buona gara facendosi sempre trovare pronto».

 

Voglio ricordare che nel suo 11 titolare c’erano alcuni giocatori che hanno collezionato minutaggio con la prima squadra. Tra questi, Dumbravanu, autore del primo gol del vantaggio.

 

«Dumbravanu ed Eyango sono i nostri fuori quota e quando possiamo li facciamo sempre giocare. Sono contento si stiano ritagliando dello spazio in prima squadra Hanno fatto una gara importante soprattutto nel primo tempo. Nel secondo sono un po’ calati, ma è normale»

 

Qual è la sua posizione in merito alla ripresa del campionato? Scelta giusta o prematura?

 

«Secondo me è una decisione giusta. Dopotutto i grandi stanno giocando e noi dobbiamo fare altrettanto e fornire giocatori alla prima squadra. Stiamo seguendo un protocollo anti-contagio severissimo, con tamponi ogni 48 ore. I ragazzi poi stanno facendo un grande lavoro. Studiano a casa e l’unico tragitto che fanno è quello dal casa al campo»

 

Il prossimo match sarà il recupero con l’Inter. Cosa dobbiamo aspettarci?

 

«È una gara impegnativa come del resto lo saranno tutte. D’ora in poi si giocherà ogni tre giorni e non sarà facile per nessuno. Di sicuro ci sarà spazio per tutti, anche per chi fino a questo momento ha giocato poco»

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.