Chiappino: «Sconfitta immeritata»

Il tecnico della Primavera rossoblù: «Nel secondo tempo non pensavamo di perderla, perchè, fino al secondo gol regalato da un nostro giocatore, avevamo il controllo della gara»

593
Chiappino Genoa
Mister Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina 2-0 la sfida di Primavera 1 tra Juventus e Genoa. Al termine del match, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico rossoblù, Luca Chiappino.

 

Oggi il Genoa si è svegliato solo a partire dal secondo tempo, ma non è bastato per fare risultato. C’è stata più una mancanza fisica o mentale?

 

«Non sono d’accordo. Abbiamo fatto male i primi venti minuti, poi ci siamo ripresi e abbiamo giocato, creando alcune occasioni e prendendo anche una traversa. Il primo tempo l’abbiamo chiuso con la punizione magistrale di uno dei loro. Nel secondo tempo non pensavamo di perderla, perchè, fino al secondo gol regalato da un nostro giocatore, avevamo il controllo della gara. Non meritavamo di perderla».

 

Prossima gara, quella contro il Torino in cerca di punti salvezza: match assolutamente da non sbagliare.

 

«Ogni partita è importante e non ci sono gare sbagliate. Nelle ultime sfide è mancato solo quel qualcosa che ci permettesse di fare risultato».

 

In caso di vittoria a Torino e con cinque partite rimanenti, l’obiettivo rimarrebbe comunque la salvezza tranquilla, oppure un posto nei play-off?

 

«Noi vogliamo giocare ogni partita dando sempre il massimo. Il nostro obiettivo principale è il mantenere la categoria, per il resto bisogna vedere. Mancano ancora sei partite alla fine, vedremo cosa succederà».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.